SARONNO – Stamattina con una presentazione semplice ed efficace nel cuore del centro storico di Saronno Franco Casali ha presentato la sua candidatura a primo cittadino per la lista Tu@Saronno.

“La nostra discesa in campo da soli non è un’opposizione al Pd – esordisce Casali – per la verità noi avremmo continuato l’esperienza della coalizione di centro sinistra degli ultimi 5 anni. Del resto abbiamo già avuto modo di rimarcare come il nostro giudizio su quest’esperienza sia comunque positivo. Sono stati anni difficili per la crisi e per i tagli ed anche se non siamo riusciti a fare tutto quello che avremmo voluto ma sicuramente le positività non sono mancate”.

Diversa la scelta per questa tornata elettorale: “Visto che non c’erano i margini per proseguire l’esperienza abbiamo deciso di puntare sul nostro carattere di lista civica e su un lavoro di squadra. Vogliamo essere molto pragmatici e poco ideologici per portare avanti il nostro progetto di città”. E chiarisce: “I temi su cui abbiamo lavorato in questi 5 anni sono l’acqua bene comune, la politica rifiuti zero, il consumo zero di suolo (un obbiettivo che non siamo riusciti a centrare con il Pgt ma per il quale abbiamo lottato molto ottenendo anche delle parziali vittorie). Da non dimenticare l’impegno del nostro assessore Cecilia Cavaterra nell’ambito della Cultura e dello Sport ma anche con la creazione della Rete Rosa una realtà in grado di offrire un reale sostegno alle donne maltrattata. Tra le nostre vittorie il “no” al progetto Freccia Rossa sull’ex Isotta Fraschini un progetto di recupero con la creazione di un centro commerciale che secondo noi avrebbe penalizzato il commercio al dettaglio senza dare vantaggi alla città. Secondo noi il recupero delle aree dismesse deve considerare l’interesse privato ma senza mai schiacciare quello pubblico”.

Già chiari gli obiettivi per i primi 100 giorni: “Credo che si debba partire da una spending review puntale: niente tagli lineari ma un’analisi approfondita della situazione per cercare di ridurre ulteriormente i costi comunali. Il secondo tema sarebbe quello della sicurezza oggettiva con un impegno per migliorare la situazione della stazione con un’azione di sensibilizzazione e sollecitazione delle diverse forze dell’ordine senza dimenticare di lavorare sulla sicurezza percepita per rendere la città più viva e animata soprattutto in orario serale. Ultimo punto ma non per importanza è una migliore comunicazione e partecipazione. In particolare vorremo riattivare l’esperienza dei laboratori di quartiere che purtroppo nella loro prima edizione non hanno portato risultati ma che vorremmo ripetere dando delle risposte concrete”.

Casali risponde poi ad una domanda sulla situazione del centrosinistra saronnese in particolare alla disponibilità di Sel ed Idv a convergere sulla sua “candidatura dopo un percorso partecipato”.

“Da parte nostra c’è la massima apertura al dialogo con tutti ma credo che ormai la situazione sia definita. Abbiamo cercato di valutare alla luce dei programmi la possibilità di proseguire l’esperienza dell’attuale centrosinistra. La proposta non si è concretizzata ed abbiamo preso la decisione di andare da soli puntando sulla nostra componente civica”.

03032015

19 COMMENTI

  1. manca solo una cosa: l’abbandono della cadrega di presidente della saronno servizi sportiva, carica che non è (o non dovrebbe essere politica , dato che la Sar. Servizi è una SpA) .
    Per cui caro Casali , sei già partito con il piede sbagliato, prima dovevi dimetterti dall’incarico e poi fare il candidato, correttezza, coerenza e onestà intellettuale per fare il Sindaco sono indispensabili !!
    … e poi non siete credibili, il solito giochino del l’apparentamento al secondo turno è oramai cosa vecchia …

  2. Certi saronnesi non meritano di essere amministrati da persone perbene….parlare di cadreghe a persone che si impegnano per la cotta’ in modo onesto….fa comodo ai tanti disonesti che falsificano la verità’ per poter rimestare…. sveglia onesti sarònnesi!!!?!

  3. Urcabestia che paura!
    Tu@Saronno si misura!
    Pochi voti pure prende
    Ma il Casali non si arrende
    La Cecilia delle donne
    Cerca voti tra le gonne
    Oggi soli si presentan
    Puri e casti si dichiaran
    Ma domani al ballottaggio
    Otterranno un nuovo ingaggio
    Di assessori, presidenze
    E di gran benemerenze

  4. …avrebbe continuato l’esperienza di questi 5 anni ?!?
    “Le positività non sono mancate” è generico, riesce a dircene due di fila.

      • “per la verità noi avremmo continuato l’esperienza della coalizione di centro sinistra degli ultimi 5 anni. Del resto abbiamo già avuto modo di rimarcare come il nostro giudizio su quest’esperienza sia comunque positivo. Sono stati anni difficili per la crisi e per i tagli ed anche se non siamo riusciti a fare tutto quello che avremmo voluto ma sicuramente le positività non sono mancate”.

        non so leggere, cosa c’è scritto???

  5. Forse il titolo corretto sarebbe: “Corriamo da soli con tanta voglia di poltrone e nessuna ideologia”

  6. ” noi avremmo continuato l’esperienza della coalizione di centro sinistra degli ultimi 5 anni ” – questa affermazione è pazzesca visto il disastro prodotto dalla Premiata ( 30km/h ) Giunta Porro – si ricordi signor candidato sindaco che comunicazione e partecipazione sono parole vuote senza trasparenza e il regime del sindaco Porro ha imposto ai cittadini solo opacità e silenzio – tutte le cose che avete in mente di fare per il futuro sono quelle che voi insieme ad altri non siete stati capaci di fare sinora e la triste realtà di Saronno lo testimonia – vi va riconosciuta comunque una grande spregiudicatezza nel negare il vostro fallimento .

  7. E’ ora di chiarezza: questa maggioranza di cui Tua Saronno e’ parte integrante non ha fatto assolutamente nulla per Saronno. Ci sono grandissimi problemi dall’ordine pubblico ( mai cosi tanti crimini in citta’ ) al traffico ( grazie Dott Barin ) alla sicurezza stradale con incidenti in crescita esponenziale. Un discorso a parte merita lo scontento della maggior parte dei dipendenti comunali, per la prima volta nella storia di Saronno e’ stato proclamato uno sciopero ( seppur poi rientrato ) della Polizia Locale. Capitolo a parte meritano le consulenze date a persone di “provata” professionalità !!!! ( vedi chi ha studiato il piano del traffico ).
    Non siamo a Roma o Bruxelles qui bisogna votare per le persone e non per il partito. Questo e’ l’unico modo che noi cittadini abbiamo per risollevare le sorti della città. Cari concittadini ogni candidato Sindaco ha l’obbligo di rendere pubblico il proprio programma. Magari un piccolo sforzo di lettura dara’ l’opportunita di avere finalmente dopo 5 anni di strazio un’Amministrazione seria che lavori per la propria citta’ e non per il proprio potere personale ( vero baffetto ? ) gio

  8. Sono senza parole. Casali, come detto da qualcuno prima di me, si presenta come candidato sindaco e mantiene la cadrega della SSD.
    Ottima presentazione di mister attack (colla per cadreghe)

  9. che noia!
    tanto alla fine ce li ritroviamo tutti insieme, apparentati in un allegro girotondo… casca il mondo, calca la terra… tutti sulla sedia!

Comments are closed.