SARONNO – Un breve discorso ma soprattutto un giro per il centro storico con una risata ed una battuta per tutti, dai militanti ai fans passando per gli oppositori: è stato decisamenta intensa e molto smart la visita saronnese di Ignazio La Russa.

Il deputato di Fratelli d’Italia è arrivato in piazzetta Schuster dove lo aspettavano i militanti di Fdi, Lega nord, Doma nuch e Saronno Protagonista che insieme sostengono la candidatura di Alessandro Fagioli. Presenti l’europarlamentare Carlo Fidanza e la deputata Paola Frassinetti.

“Fagioli, un cognome che si ricorda bene – ha esordito La Russa che ha apprezzato molto l’iniziativa di Giovani Padani che sabato pomeriggio hanno distribuito dei fagioli verdi – caspita se tu dai i fagioli noi faremo i santini con tre maccheroncini perchè insieme formiamo un piatto forte, l’unica vera ricetta per battere la sinistra”. Ed ha continuato: “Sono convinto che x battere sinistra occorre un buon centrodestra che si fa con una buona coalizione e con un buon candidato sindaco. Qui voluto abbiamo volto realizzare proprio questo e chissà che proprio da Saronno non nasca il nucleo di una futura coalizione di più ampio respiro”.

Non manca una frecciata per Forza Italia: “Ormai stanno più di là che di quà e del resto Berlusconi col patto del Nazzareno ha lavorato con Renzi”. La Russa ha ripetuto il suo attacco anche durante a sua passeggiata passando davanti al gazebo di Forza Italia ed Unione italiana: “Salutatemi Gilli e comunque non disperate prima o poi dirimeremo anche voi”. Una stretta di mano ed una battuta anche per l’altro candidato sindaco Dario Lonardoni: “Dovevate venire con noi… va beh c’è sempre il secondo turno”.

La Russa ha quindi proseguito salutando le forze dell’ordine, posando per foto ricordo con le commesse del bar Muzza di piazza Libertà, gustandosi un pezzo di torta acquistato allo stand della banda ed un bicchiere di vino allo stand in fondo alle associazione. Si è fermato anche all’isola dello show cooking di piazza Libertà dove, guidato dagli studenti del Collegio Castelli, si è cimentato con la preparazione dello zabaglione.

Non è mancato uno scambio di battute con il sindaco Luciano Porro, in giro in bicicletta, e con Elio Fagioli papà del candidato sindaco.

17052015

12 COMMENTI

  1. La pasta e fagioli piace molto, ma attenzione a non abusarne perché fa venire flatulenza.

  2. un grande! … capace di scontri anche forti senza mai trascendere, come la buona politica richiederebbe, e non a caso sempre rispettato anche dagli oppositori.

  3. se poi la pasta e fagioli è fatta male, si possono avere effetti non gradevoli sui commensali 🙂

  4. congratulazioni vivissime ai primi commenti, nemmeno a Zelig sono tanto simpatici ;-P

    • In realtà a me sembrano “battute ” da bambini delle scuole elementari….vi divertite con poco!!!!

      • si vede che non hanno spiegato a LaRussa e co… di non prestare il fianco a facili battute. Il loro spin doctor era in ferie?? ammesso che sappiano cosa sia uno spin doctor, adesso che non possono più usare i consulenti di immagine di Berlusconi.

  5. Ma SCUSATE cari Fratelli d’Italia… io dovrei darvi il mio voto, solo perche siete venuti in visita a Saronno ? un piccolo esame di coscienza sul passato (leggi ad personam votate da Voi) ? dovremmo votarVi solo perchè non esiste un’alternativa decente per far cambiare rotta a questo paese di corrotti mafiosi ???

    CHE PRETESE !!!

    Io piu che dire …”..un classico vincente..” direi “.. un CANCRO inestirpabile..” il POLITICHESE !!!

  6. sempre meglio del “brodino” insapore e inodore che ci propinano da cinque lunghi anni !!!

Comments are closed.