SARONNO – Da quando l’operazione “Angeli e Demoni” è iniziato e la bufera si è scatenata intorno all’ospedale di Saronno dai vertici dell’azienda ospedaliera non sono arrivati commenti ma oggi l’assessore regionale Giulio Gallera sarà all’ospedale per una conferenza stampa.

Ecco la diretta de ilSaronno

L’assessore regionale, che in un recente incontro pubblico a Saronno aveva detto che il futuro dell’ospedale era radioso, è stato l’unico a commentare l’accaduto. Sia a caldo mentre i carabinieri completavano le perquisizioni sia negli ultimi giorni annunciato l’intenzione di aprire una commissione d’inchiesta.

Una presa di posizione che potrebbe anche rispondere alle paure di personale e residenti del comprensorio sul futuro dell’ospedale cittadino. A preoccupare non sono infatti solo le morti sospette ma anche la complicità di quanti nel reparto ma soprattutto ai vertici della struttura sanitaria sapevano della vicenda e non sono intervenuti. Facile immaginare la presenza non solo della stampa locale ma anche quella nazionale visto che da giorni cameraman, troupe e giornalisti stazionano davanti all’ospedale del mattino realizzando collegamenti in diretta in tutto l’arco della giornata.

02122016

10 COMMENTI

  1. Ma la presenza del Sindaco Guzzetti cosa c’entra in questo contesto?
    Sarà mica diventato nel frattempo sindaco pure di Saronno?!?

  2. Gallera il 21 novembre se ne va e NON risponde alle domande dei Saronnesi, ma davanti alle TV nazionali parla eccome.
    I Politici dopo aver rovinato la sanità pubblica si facciano un esame di coscenza e si confessino.

  3. Politici vergognosi, cosa fanno delle lettere inviate dai cittadini sui casi di malasanit’? “Protocollate” e mai nessuna risposta. Ci voleva una infermiera per far venire tutto a galla altrimenti le nostre denuncie finiscono in archivio…
    Vergogna!

  4. Ricordatevi che tutti in ospedale sapevano….la paura del posto di lavoro o di ritorsioni, ha rallentato la denuncia. Brava l’infermiera che ha avuto il coraggio. Tutti gli altri a casa e con denuncia a carico….

  5. Dire “tutti sapevano”è una grande cazzata,è come dire nessuno sapeva! Sicuramente la “commissione di esperti”sapeva e se loro non hanno fatto niente gli altri che potevano fare? Il sistema lavorativo della sanità lombarda è questo :contano solo i vertici gli altri (medici ed infermieri ) non contano nulla,devono solo chinare la testa e lavorare

Comments are closed.