Basket C Gold: la Imo Saronno rivince la stessa partita… quattro volte

SARONNO – Una partita già vinta almeno tre volte, la Imo Robur Saronno deve rivincerla una quarta, in overtime, per portare a casa i due punti in classifica contro un avversario ostico come l’Osl di Garbagnate. Gara di parziali (a favore della Robur) e controparziali (firmati da Garbagnate), il match è sempre divertente. Nel quarto quarto, dopo aver toccato in altre due occasioni il +10 (una delle quali rintuzzata fantasticamente dall’Osl con un 9-0 in meno di un minuto), Saronno si ritrova avanti di 7 punti ad un minuto e mezzo dal termine: basterebbe far scorrere il cronometro e invece succede l’imponderabile.

imo-valceresio-26112016-8

Prima segna Allegri con un arresto e tiro dallo stile unico per il -5, poi Gurioli, giocatore da 80% in stagione, fa 0/2 ai liberi; seguono la tripla di Tonella per il -2, la persa in collaborazione tra Novati e Furlanetto, il piazzato di Mangiapane per il pareggio a quota 79. 28 secondi al termine, la Robur ha in mano il pallone per provare a vincerla, ma combina un pasticcio e ne lascia una decina a Garbagnate che, dopo il time out, a sua volta spreca con Arui. 3.8 sulla sirena, palla a Cacciani che si avvita ma sbaglia il fade away sulla linea di fondo. Nel supplementare parte meglio Garbagnate che segna da tre con Mangiapane. La Robur sembra sulle gambe ed è solo la grande esperienza del quintetto in campo che produce prima i tre punto di Gurioli e subito dopo il pareggio di Leva che rintuzza da 3 la precedente bomba di Allegri (87 pari a 1’38” dalla fine). A questo punto, un’infrazione di tre secondi di Cappellotto, porta l’ago della bilancia a pendere più dal lato di Saronno che, con il canestro di Novati ed un libero a testa di Leva e Cacciani, porta il vantaggio sul punteggio finale di 89-91. Inutile il tentativo da lontanissimo sulla sirena di Allegri, comunque autore della solita partita spaziale da 22 con soli 9 tiri, 12 rimbalzi e 8 falli subiti. Con lui i 20 di Arui che però, battezzato, abusa del tiro dalla distanza, 3/12 da 3 e più in generale 25 tiri dal campo. Dall’altra parte, un super Cacciani da 30 punti con 5/7 da 3, un Gurioli decisivo in difesa nei minuti finali e Novati da 12+10 rimbalzi.

(foto archivio)

06122016