La banda delle gomme colpisce ancora, Mercedes sui mattoni all’Aquilone

SARONNO – La banda degli pneumatici ha colpito ancora: a farne le spese la scorsa notte una costosa Mercedes Cla che era parcheggiata in via Petrarca nella zona sud di Saronno, nei pressi del complesso residenziale dell’Aquilone. Il proprietario la mattina ha trovato il veicolo appoggiato su mattoni, sparite le quattro gomme e relativi cerchioni, un danno da qualche migliaia di euro.

Non gli è rimasto altro che seguire l’esempio di chi nelle scorse settimane ha subito lo stesso trattamento dai ladri, e cioè rivolgersi alla forze dell’ordine per presentare una denuncia contro ignoti e poi chiedere aiuto ad un gommista di fiducia. Gli ultimi precedenti episodi di questo genere era avvenuto all’altro capo di Saronno, nei pressi del centro sportivo dell’Amor in via Trento; e poi in via Monte Santo, non lontano dall’Aquilone, alla Mercedes bianca (nella fotografia) di proprietà del figlio del consigliere comunale Paolo Strano di Saronno al centro.

13122016

6 Resposte a La banda delle gomme colpisce ancora, Mercedes sui mattoni all’Aquilone

  1. Anonimo

    13/12/2016 a 9:21 pm

    E le ronde padane dove sono? Sindaco, svegliaaaaa

    • Pepe

      14/12/2016 a 1:47 pm

      Ma cone, quando c’erano peste e corna, ora le volete.
      La coerenza dove sta?

  2. Anonimo

    13/12/2016 a 10:16 pm

    Sindaco sveglia la zona stazione è piena di clandestini spacciatori

  3. Cittadino che non ne può più

    14/12/2016 a 8:35 am

    Certo, se rubano le gomme ad un’auto è colpa del sindaco.
    Magari sospettare di qualcuna delle tante risorse che il finalmente defunto governo Renzi ha continuato ad importare no?

    • Turk-182

      14/12/2016 a 11:15 am

      Quando succedeva prima veniva accusato il sindaco di prima ora no?
      Ovvio che non è colpa dell’attuale amministrazione come non lo era della precedente, ma è chiaro che il territorio è poco tutelato.
      E il governo Renzi non c’entra nulla visto che i tagli alla sicurezza vengono perpretrati fin da molti governi precedenti, anche da quei “protagonisti” che ora si lamentano.

      • Anonimo

        14/12/2016 a 7:35 pm

        Se prometti sicurezza sicurezza devi dare, punto.