SARONNO / CISLAGO – Ancora fondi per Pedemontana, il Movimento 5 stelle storce il naso.”Il Pd, per bocca del capogruppo regionale Brambilla, critica la garanzia da 450 milioni di euro per Pedemontana. Ma è stato proprio il Pd a Roma insieme alla Lega Nord, con un emendamento alla legge di bilancio, a consentire alla Lombardia di tenere Asam, la holding che controlla Serravalle e Pedemontana, a tempo indeterminato e non doverla più restituire alla Citta metropolitana, spalancando così la strada alle garanzie regionali per Pedemontana” scrive in un comunicato il M5S.

“Insomma Pd e Lega hanno fatto un bell’inciucio nella più classica tradizione italiana. La credibilità di Brambilla vale come il due di picche e il fatto che apra bocca su questa partita per criticare la garanzia regionale fa veramente ridere. Non si dovrebbero prendere in giro così i cittadini. E’ ora di finirla con un finanziamento pubblico che finisce solo a opere inutili, devastanti e antistoriche. Dobbiamo investire sulle piccole e medie industrie, sul trasposto pubblico e sulla rete stradale esistente”: così Gianmarco Corbetta e Stefano Buffagni, consiglieri regionali del M5S Lombardia, sul fondo di garanzia a Pedemontana. Il M5S ha depositato un emendamento al bilancio che chiede di non stanziare i fondi previsti a garanzia di Pedemontana e prevede di usare quel finanziamento per ulteriori stanziamenti a favore delle Pmi. Le opere di Pedemontana e interventi viari correlati, in zona interessano anche le periferie di Saronno e Cislago, i cui amministratori di recente avevano incontrato il presidente di Pedemontana, Antonio Di Pietro.

21122016

1 COMMENTO

Comments are closed.