Silighini: “Risa amare sugli aumenti ai dirigenti comunali. A questa città serve il Viagra”

SARONNO – “Se non si trattasse dei soldi che i cittadini italiani e saronnesi versano con il sudore del loro lavoro pagando le tasse mi piegherei dal ridere. L’amministrazione comunale Lega Nord-Fratelli d’Italia che tanto sventolava rigore, lotta alla delinquenza e una Saronno ai saronnesi con una musica che cambiava, è riuscita a fare peggio del Pd e dell’amministrazione Porro in nemmeno due anni”.

Così Luciano Silighini Garagnani del movimento “L’Italia che verrà” sulla vicenda degli aumenti per i dirigenti del Comune di Saronno.

Dopo avere nominato assessori residenti fuori Saronno, avere fatto la cena al centro islamico, avere permesso che il centro sociale Telos facesse il bello ed il cattivo tempo in strada e in edifici vari a cadenza quasi mensile, dopo aver permesso che le auto entrassero in centro distruggendo il manto pedonale, dopo avere lasciato intatta la presenza di spacciatori africani e balordi di ogni razza e colore ubriachi in piazza De Gasperi, dopo avere nominato un inedito “staff del sindaco” anch’esso non saronnese e pagato migliaia di euro, dopo avere messo negli enti pubblici membri o dirigenti spesso non saronnesi e non residenti in città ma in alcuni casi parenti di esponenti di partito e comunque membri di partito, oggi con un colpo di teatro aumenta gli stipendi ai suoi dirigenti?

La gente ha fame, c’è disoccupazione, negozianti che chiudono carichi di tasse e invece di abbassare le tasse comunali la giunta Fagioli aumenta gli stipendi ai suoi dirigenti? Può dirmi il sindaco quanti assessori della sua giunta e dirigenti prima della “nomina” erano disoccupati? Almeno troverei la nobile causa di avere reperito un lavoro a qualche anima in pena. Provo vergogna. Ancora qualche giorno e partiranno i gazebi per chiedere al sindaco di tornare a casa sua a suonare la chitarra e lasciare il ruolo di sindaco a chi è in grado realmente di raddrizzare questa povera città: io. Noi saremo come il Viagra per Saronno: rinvigorenti.

04012017

13 Resposte a Silighini: “Risa amare sugli aumenti ai dirigenti comunali. A questa città serve il Viagra”

  1. Fabio

    04/01/2017 a 7:15 am

    Telos e extra purtroppo i sindaci nn possono fare molto.
    Ritengo alquanto inutile l’aumento di stipendio attuato dal sindaco come ritengo inutili i due vigilantes in zona stazione.
    Signor Silighini lei è solo chiacchiere e distintivo…come Librandi e Comi.
    Ma i Russi e i Cinesi x acquisire l’fbc quando arrivano???

    • Rico

      07/01/2017 a 3:44 pm

      Fabio è del parere che un sindaco , capo della polizia locale e tutore , per mandato, di cittadini e territorio non possa fare nulla !!!!!!!!!!!!!!!
      A chi la racconti???

    • Rico

      07/01/2017 a 3:54 pm

      Fabio chiacchiere e nessun distintivo tanto da smentire i FATTI -nomina di assessori residenti fuori Saronno, NESSUN saronnese era in grado di occuparsi e preoccuparsi della propria

      – nessuna presa di posizione vs il centro sociale Telos

      – massiccia e costante ” la presenza di spacciatori africani e balordi di ogni razza e colore ubriachi in piazza De Gasperi,” e altre zone

      – nomina onerosa di uno “staff del sindaco” anch’esso non saronnese ( tutti non capaci i saronnesi?) a supporto .. a sostegno .. Mah

      – nomina ” negli enti pubblici membri o dirigenti spesso non saronnesi e non residenti in città ma in alcuni casi parenti di esponenti di partito e comunque membri di partito, oggi con un colpo di teatro aumenta gli stipendi ai suoi dirigenti?????? “

  2. Lars

    04/01/2017 a 7:35 am

    Disamina da statista..che tristezza..

  3. Vittorio

    04/01/2017 a 8:31 am

    Foto e dichiarazioni che si commentano da sole….

  4. Anonimo

    04/01/2017 a 9:01 am

    Ha ragione Silighini, le dichiarazioni dei redditi di questo sindaco e di parecchi assessori erano da disoccupati.

  5. anonimi saronnesi

    04/01/2017 a 12:57 pm

    Numero uno!

  6. l'Onorevole Direttore Cavaliere Conte Diego Catellani

    04/01/2017 a 1:42 pm

    Silighini sarà un barlafüs, ma tolte le ultime righe, questa volta ha davvero ragione.
    Ma Fagioli non era quello che, tra le altre cose che non ha fatto, doveva riunire il centrodestra?
    Io l’ho votato turandomi in naso, avrei fatto meglio a non recarmi nemmeno alle urne al ballottaggio…

  7. Doma vunch

    04/01/2017 a 2:01 pm

    Silighini….3 anni di campagna elettorale per prendere 400 voti? E tu vorresti governare?cosa vorresti governare, spiegacelo…

  8. Prosiligo

    04/01/2017 a 8:36 pm

    Ottimo Luciano, come sempre pungente ed efficace. L’unica vera alternativa al nulla che offre la politica a Saronno.

  9. Anonimo

    05/01/2017 a 1:36 pm

    Non ho mai voluto commentare i messaggi pubblicati in questo giornale a firma “L’Italia che verrà”, perché in democrazia è giusto che ognuno possa esprimersi liberamente, esternando le proprie convinzioni. Ritengo però corretto sottolineare che per le argomentazioni evidenziate nel testo l’elettorato saronnese ha già una conoscenza diretta dell’operato allegorico e sui generis di questa Amministrazione leghista e quindi, avendo gli occhi aperti e la mente lucida non ha bisogno che qualcuno gliele possa ricordare continuamente. Si comprende benissimo che la poca visibilità e la strategia politica incolore obbliga a comportamenti roboanti e dirompenti, senza costrutto.

  10. Fagioli nel Sac!

    05/01/2017 a 1:52 pm

    Prende uno stipendio spropositato per quello che fa e in relazione agli assessori poi prende più del doppio….Per non parlare dei soldi allo staff e ora ai dirigenti….. che lo aiutano a portare avanti il programma elettorale…Perchè cari saronnesi il primo cittadino ha bisogno di aiuto!
    Lo aspettiamo al varco delle elezioni……

  11. Donato

    05/01/2017 a 9:42 pm

    A proposito di costi aggiuntivi.Pur seguendo con una certa assiduità queste rubriche non ho letto notizie a proposito dello staff che assiste il sindaco. Non mi pare che al riguardo la cittadinanza sia stata adeguatamente informata: chi sono, cosa fanno, quanto costano, ecc.
    Donato