Guzzetti redarguisce fracassoni: “Raccontatelo a mamma e papà”

UBOLDO – Quando ha visto i rifiuti sparsi per la zona e una decina di ragazzini che schimazzavano il sindaco Lorenzo Guzzetti non ha avuto dubbi è andato dai giovanissimi e li ha redarguiti con la più classica delle ramazzine. Invitandoli a raccontare l’accaduto ai genitori nella speranza che questi si presentassero in Municipio.

Così venerdì sera il sindaco Lorenzo Guzzetti ha affrontato la presenza di un gruppo di una decina di ragazzini che stazionavano nella zona della sala polifunzionale: “Credo che polizia locale e carabinieri debbano occuparsi di ben altre criticità – spiega Guzzetti – rispetto a dei ragazzini rumorosi. Penso che sia un fronte su cui spetti ognuno di noi intervenire con decisione ma anche semplicità”.

Il sindaco, come avvenuto in altre circostanze, ha condiviso l’accaduto con un pensiero su Facebook: “Ho appena ripreso una decina di ragazzini che tutte le sere stazionano nei pressi dell’aula polifunzionale.Un ragazzino a cui facevo presente che oltre a essere molesti inzozzano il posto mi ha pure risposto. Non è colpa sua. È colpa dei suoi genitori”. E il sindaco auspica proprio il coinvolgimento delle mamme e dei papà dei ragazzini “li ho invitati a dire ai genitori che li ho ripresi così magari vengono in Comune e lì avrei la soddisfazione di dirgli quello che penso”.

Ma non solo: Guzzetti si concede anche una riflessione: “Sappiate che non c’è un negro, un giallo o un verde ma tutti uboldesi di famiglia uboldese. Così ci capiamo”.

08012017

6 Resposte a Guzzetti redarguisce fracassoni: “Raccontatelo a mamma e papà”

  1. poeur el me paes

    08/01/2017 a 4:04 pm

    Il bue che da del cornuto all’asino.
    Non ha ancora imparato lui l’educazione e vuole impartirla agli altri.
    Chi fa schiamazzi è della stessa famiglia di chi offende i cittadini quando lo criticano.

  2. anonimo

    08/01/2017 a 6:22 pm

    Chiaro il pensiero se c’era un ‘negro’tirava dritto

  3. Anonimo

    08/01/2017 a 10:29 pm

    Ma anche Guzzetti nni fa’ faceva casino di fronte all’ oratorio, non si ricorda piu’??

  4. Anonimo

    10/01/2017 a 5:48 am

    Il sindaco riprende giustamente dei ragazzini fracassoni.
    Loro non lo ascoltano e lo sbeffeggiano.
    Non è (solo) un problema di educazione.
    Ma anche (e soprattutto) di autorità ed autorevolezza.
    Che credibilità può avere un sindaco che si distingue per comportamenti spesso discutibili, maleducati e pagliacceschi?

  5. Anonimo

    10/01/2017 a 5:49 am

    I ragazzini fanno casino.
    Guzzetti li sgrida.
    Loro lo spernacchiano!
    In altri tempi la vicenda sarebbe stata catalogata come normale litigio fra quasi coetanei.
    Un successone per il sindaco-educatore aspirante sindaco-parroco!
    Un anziano o un umarello da cantiere di passaggio avrebbero certamente ottenuto risultati migliori …

  6. Giggi er bullo!

    10/01/2017 a 2:21 pm

    Come Alvaro Vitali ci delizia di comicità popolare! Nessuno nomina la risposta dei ragazzini