UBOLDO – “E’ inverno. La neve accade. Prendetelo come dato di fatto”. Iniziano così le ironiche raccomandazioni del sindaco Lorenzo Guzzetti che, visto che le previsioni ipotizzano lievi precipitazioni nevoso nel Saronnese invita, con un post su Facebook, i propri cittadini a non esagerare con le precauzioni, le polemiche e le ansie.

Ecco il testo integrale dell’intervento che nelle ultime ore ha spopolato sui social, ottenendo molti commenti e condivisioni

Le previsioni nelle prossime ore e nei prossimi giorni danno qualche fiocco di neve anche nella nostra zona che, per nostra fortuna, non dovrebbe essere colpita dagli stessi fenomeni dei nostri amici del centro-sud.
Alcune raccomandazioni.
1) E’ inverno. La neve accade. Prendetelo come dato di fatto.
2) La neve è acqua. L’acqua si scioglie.
3) Se dovesse essere necessario spargere il sale lo spargeremo. Voi non lo vedrete il sale. Il perchè lo scoprite cuocendo un piatto di pasta.
4) A Sydney, dove stanno giocando un ATP di tennis è estate.
5) Danno 2 cm di neve al massimo. I mezzi non escono se non ci sono almeno 5 cm. Rassegnatevi. O pulite voi oppure attenderemo il disgelo come a San Pietroburgo attendono il 10 maggio.
6) Siete tanti “rappresentanti di classe”. Se calcolate 2 rappresentanti di classe per classe significa che la domanda “ma domani chiudete le scuole?” me la potrebbero fare 80 persone. Capite che la strada per il vaffanculo è aperta.
7) E’ inutile che per non fare la domanda a me la fate a: Mazzu, Paola, Sonia, Marco o ai loro mariti/mogli. Non è aggirando l’ostacolo che si ottengono le risposte. Si ottiene però lo stesso risultato del punto di cui sopra (cfr. punto 6).
8) E’ inutile che scrivete anche a mia cognata. Lei è adeguatamente preparata e sa che certi messaggi non me li deve nemmeno mandare quando “lo zio lavora” .
9) Per 2 cm di neve non serve che col SUV praticamente entriate in aula. I bambini avranno freddo comunque (cfr. punto 1). I bambini si bagneranno i piedini (cfr. punto 2).
10) Abolite fino al 21 marzo p.v. i gruppi whatsapp genitori.
11) Se non avete le gomme da neve state a casa.
12) Se non avete le gomme da neve e siete un pericolo pubblico anche al 10 agosto state a casa fino al 31 luglio. Nevica fino allora.
13) Se non avete le gomme da neve e non usate mai la macchina non è un buon motivo per tirarla fuori per andare all’Auchan o all’Esselunga a far scorta di cibo. E’ neve, non è la guerra nucleare.
14) Se avete in casa un anziano/a non serve che faccia l’equilibrista in bicicletta per raggiungere il cimitero. Gli abitanti del posto non si muovono e possono attendere
15) Non telefonate in Comune in maniera compulsiva come due anni fa fino a tarda serata.. Il rapporto è sempre 10.800 a 1. Immaginatevi di essere quell’1 prima di dire/fare qualsiasi cosa.
16) Dovesse nevicare di più non preoccupatevi, non serve che ci scrivete la vostra opinione su come fareste voi. Non ci interessa.
17) Guardate che qualsiasi cosa accadrà, dal nulla alla tormenta di neve, Sandrino e/o le forze di opposizione riunite diranno che potevamo fare meglio e di più. Hanno ragione. Hanno sempre ragione. Ma me ne strafotto. Lo dico in maniera preventiva .
18) Il mio meteorologo di fiducia non sbaglia al Palio. Quando mi scrive “piove” puntualmente “piove”. Mi ha scritto “2 cm”. Saranno 2 cm. Mica farà giusto solo al Palio!
19) Vale sempre la frase dell’Alfonso: “incazas no, tant la nef la sa daslengua”.

11012016

40 COMMENTI

  1. Noi a Saronno abbiamo i nostri bei problemi, ma i nostri vicini di casa sono messi peggio in fatto di Sindaco!
    Tempo fa qualcuno si chiedeva che ce ne frega di uboldo ma è evidente che X riempire pagine un soggetto del genere fa comodo!

      • Totale assenza d educazione personale e dì sensibilità politica oltre che di responsabilità verso noi uboldesi , fondamentale per il ruolo che al momento ricopre

  2. L’acqua si scioglie è bella, dovrebbe lasciare il ruolo di sindaco per darsi alla fisica e scienza applicata

  3. L’acqua si scioglie? l’acqua è già sciolta, che cazzo dici sindaco? (e scrivo cazzo perchè lo hai scritto anche tu, quindi pregasi non censurare).
    Ma lo sgombero dei clandestini come procede? mi pare siamo ancora tutti al loro posto belli paciarotti.

  4. grande Guzzetti

    ormai e’ diventato tutto un allarme, il caldo, la neve , il freddo, la nebbia, la pioggia……insomma la vita normale che un tempo si affrontava tranquillamente adesso e’ tutta un allarme continuo
    a meno che non aboliamo la natura per vivere in una palla di vetro,sempre a temperature costanti e protetti, rassegnatevi , il clima cambia con le stagioni,e la natura fa il suo corso.,,,,PAURAAAAAAAAAAAAAAA??,,,,,,,
    come siamo finiti male ………..

  5. Sono anni che, con l’arrivo dell’inverno, ripropone sto pippone!
    Basta!
    Se non gradisce le lamentele dei suoi cittadini per lavori non svolti o fatti male … si dimetta e faccia altro!

  6. Cosa si deve commentare???
    Basta la foto!
    Parla da sè!
    Sembra di essere su Candid Camera!

  7. Tutti gli anni la solita pantomima.
    Ma pensa di essere divertente?
    Non ha senso dell’umorismo.
    Diteglielo, vi prego!

  8. Caro Carlo,
    purtroppo noi uboldesi, da quando si è insediato Guzzetti, siamo tristemente consapevoli di essere gli zimbelli del circondario.
    Ancora due anni e sarà finita.

  9. Leggere e guardare (la foto).
    Quesito:
    è più ridicolo per ciò che scrive o per come appare?

  10. Eeehhh … in effetti il meteorologo di fiducia C’HA proprio preso!!!
    (cfr. punto 18).
    Complimenti!
    Bella squadra!!!
    Ahahah Ahahah

  11. Quando il meteorologo di fiducia diceva 2 cm evidentemente si riferiva ad altro
    (cfr. punto 18)

  12. Quando il suo amico “meteorologo” di fiducia diceva “2 cm” … si riferiva sicuramente ad altro!!!

  13. un insieme di fesserie e banalità, messe in ordine numerico; un personaggio perfetto per il Circo e per far ridere il popolo e far imbestialire gli uboldesi
    preghi Dio di non trovarsi un giorno a dare del vaffa a me;
    e non censurate perché i lettori come me stanno rispondendo a un linguaggio violento di questo Sindaco che VOI de IlSaronno, pubblicando, STATE PROPAGANDO

  14. “I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore, prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge.”
    (Costituzionde lla repubblica Italiana, art.54)

    ,,,confrontate con la buffonata di cui sopra

  15. Sentiremo sto tormentone al massimo ancora per i prossimi due inverni.
    Poi … ciaone!
    Tutto sarà finito!
    Inizierà (forse) ad alzarsi e ad andare a lavorare anche sotto la neve …

  16. Ma avete visto la puntata di ieri di Gazebo su Rai 3 ???
    Pure lì lo prendevano in giro!
    (anzi, lo prendevano proprio per il culo, e dico culo perché lui ha scritto cazzo, quindi pregasi non censurare).
    Solidarietà a tutti gli uboldesi, rappresentati in questo momento da un fenomeno da baraccon!

  17. Il Governatore della Puglia da il numero del suo cellulare ai pugliesi dicendo loro di chiamarlo in casi di necessità a causa della neve e del gelo.
    Questo personaggio dice di non chiamare lui, i suoi parenti, i suoi assessori e gli impiegati comunali mandando i propri cittadini “preventivamente” affanculo!
    (uso le sue stesse parole, quindi pregasi di non censurare!).
    Settimana scorsa aveva dichiarato: “servo il popolo, non faccio l’illusonista da circo”!
    Per punti:
    1) VERGOGNATI
    2) DIMETTITI

  18. Più ci penso, più leggo i commenti e più mi convinco che voi del Saronno vi siete resi corresponsabili di istigazione alla violenza e al turpiloquio. Dopo la pubblicazione acritica e devota che avete fatto di quel delirante testo voi non avete più nessun diritto di censurare ad altri le parole volgari o i testi violenti. Bel risultato signora Sara Giudici. Forse qualche ragazzo nel suo sito entra, così, per leggere e capire il mondo che lo circonda. Da oggi lei, complice di questo violento buffone, si potrà vantare di aver aperto alla gioventù il mondo del turpiloquio, della maleducazione e della violenza verbale. Complimenti!

  19. Io penso che a Il Saronno e alla sua redazione fa gola riempire le proprie pagine con articoli come questo.
    Detto questo, il problema principale non sta nella redazione de il Saronno ma nel linguaggio e nell’educazione (poca!) del signor Guzzetti!!!
    Questo personaggio tronfio, presuntuoso, megalomane e maleducato dovrebbe vergognarsi ed imparare l’educazione!

    • Esatto . IA Uboldo si dovrebbe riservargli un senso unico non sapendo neppure fare manovra con i pensieri.

  20. Gli piace sentirsi parlare. E’ una delle cose che lo divertono di più, Spesso sostiene lunghe conversazioni con se stesso

  21. Caro Sarunatt,
    Stavolta la penso diversamente da te.
    Visto che il danno è ormai fatto, sarebbe invece opportuno che questa testata riprendesse la notizia facendo cronaca di quanto è successo!

    Parli del clamoroso autogol di questo signore che, credendo di fare l’ironico, è risultato talmente maleducato, al punto di farselo dire da un pubblico ampio e non appartenente alla solita opposizione (perché si sa che chiunque lo critica è sempre e solo uno dell’opposizione o, se va bene, un ignorante).

    Invito pertanto alla cronaca possibilmente senza la possibilità di replica del signore in questione perché è inutile che venga a dirci che le sue parole sono state travisate o strumentalizzate o che, ancora una volta non abbiamo capito niente!

    Saluti e grazie

    Ps attenzione che la notizia non è ancorata al menù delle notizie di uboldo e quindi la stiamo facendo andare in cavalleria!

    • ..forse hai ragione Alfredo, ma la redazione sfugge regolarmente; loro hanno partecipato a quella famosa cretinata di massa di buttarsi l’acqua gelata in testa e l’hanno fatto su “chiamata” di questo sindaco; sono tanto amici, come dargli un dispiacere?

  22. Che faccia comodo a qs testata sto personaggio è evidente da tanto tempo.

    Il fatto è che se ti aspetti che qs persona faccia autocritica sei fuori strada per tanti motivi, il primo fra tutti che l’educazione manco sa dove sta di casa.

    Speriamo che qs ennesimo ceffone dato ad alcuni dei suoi concittadini (che non ne escono per niente bene, visto che vengono redarguiti manco fossero degli imbecilli), faccia aprire loro gli occhi!

    Dico ad alcuni perché è proprio a quelli che fanno i social con lui che la guancia dovrebbe scottare di più, visto che fanno comodo solo quando gli fanno la claque al palio, a scuola, per strada, mentre possono andare aff… se cominciano a dare fastidio.

    Caro Guzzetti, un conto è il consiglio comunale dove la legge le permette di aver solo lei la parola, un conto sono i social dove la comunicazione è bidirezionale e dove tutti possono anche dire la loro (a volte esagerando come spesso fa lei).
    Se questa regola non le piace, sappia che forse sta maneggiando qualcosa che non conosce, non si dislengua e pertanto può continuare a farla scivolare dolorosamente!

    Valentina

  23. Salve,
    a questa Redazione fa certamente comodo dar voce a costui.
    Fateci caso: il 70/80% delle notizie relative ad Uboldo riguardano il signor Guzzetti!
    Però Il Saronno fa il proprio mestiere …
    Il peccato originale sta nel fatto che gli uboldesi abbiano deciso di farsi rappresentare non da un sindaco bensì da un fenomeno da circo!
    Ma questo si sapeva già dal primo giorno …
    Verrebbe da dire: l’avete votato? Ora tenetevelo e fatevi mandare aff……
    Questa di fatto non è che l’ennesima gaffe o caduta di stile di un personaggio maleducato che pensa solo di essere più furbo o più intelligente degli altri.
    Dopo anni di insulti e sopraffazioni verbali ai suoi oppositori politici, ora sale di livello e si scaglia indistintamente contro tutti i suoi concittadini (che, tra l’altro, dovrebbe servire!) mandandoli a quel paese e trattandoli come dei perfetti imbecilli!
    Noi uboldesi le vere vittime dei turpiloqui del Guzzetti: siamo ormai costantemente sbeffeggiati da chiunque nel circondario e, ahimè, la cosa si sta paurosamente allargando!

    • Caro Marco Condivido la tua posizione in merito.
      Sale di livello nell’insulto ma essendo quest’ ultimo frutto d ‘ assenza di opinione propria si deduce esserci il vuoto assoluto
      Povero Uboldo

  24. Poi, nulla.
    Poi, ancora nulla.
    Poi, ancora nulla di nulla
    E si può dire ch’è finito. »

Comments are closed.