Addio 30 all’ora: da ieri niente limite ridotto nel quartiere sportivo

SARONNO – Ad un anno dai primi annunci l’eliminazione dei 30 all’ora entra nel vivo: ieri è stata emessa la prima ordinanza che di fatto cancella il progetto di una Saronno slow.

Il documento di ieri revoca l’ordinanza dell’aprile 2011 che impone il limite ridotto su tutto il quartiere degli impianti sportivi a sud di Saronno. In sostanza da ieri

via Ungaretti, via De Sanctis, via Lorca, via Petrarca, via Costa, via Cascina Emanuella, via Vecchia per Solaro, via Caprera, via Catena, via 24 maggio, via Roma (nel tratto tra via Miola e il confine con Solaro e Ceriano Laghetto), via Biffi, via Parini (nel tratto tra via Miolla e il confine) via Cattaneo, via Lattuada, via Calabresi, via Vecchia per Ceriano e via Lecco saranno percorribile nuovamente con il limite a 50 chilometri orari.

“Il primo piano dell’Amministrazione comunale è arrivato nel periodo estivo – riepiloga il comandante della polizia locale Giuseppe Sala – ed una volta che sono state definite le zone dove si vuole tenere il limite ridotto abbiamo collaborato con l’ufficio tecnico per aggiornare la segnaletica e soprattutto garantire che fosse rispettati tutti i requisiti per la sicurezza di pedoni ed automobilisti”. Si tratta solo del primo passo: nelle prossime settimane saranno passate al vaglio le altre 8 zone in cui è divisa la città e una per volta saranno annullato le ordinanze che impongono il 30 all’ora in tutta la città. Così si chiude il capitolo di Saronno città slow.

L’idea dell’Amministrazione infatti è quella di eliminare il “30 all’ora diffuso su tutto il territorio comunale lasciando posto ad una serie di zone in cui si chiederà agli automobilisti di moderare la velocità e di prestare particolare attenzione”.

13012017

17 Resposte a Addio 30 all’ora: da ieri niente limite ridotto nel quartiere sportivo

  1. Anonimo

    13/01/2017 a 7:11 am

    Inutile era il 30km/h come inutile toglierlo, non cambia nulla. Quando invece Fagioli si occuperà dei problemi sulla sicurezza?

  2. Anonimo

    13/01/2017 a 7:13 am

    continua la saga degli incompetenti…..tra cui ovviamente si arruola anche il generale Sala.

  3. Vladimiro

    13/01/2017 a 7:19 am

    Complimentotti

  4. Anonimo

    13/01/2017 a 8:21 am

    Certo era la priorità! Ma andate a casa.

    • Anonimo

      13/01/2017 a 8:50 am

      no, mr:Beans non va a casa ma sulle spiagge esotiche, alla faccia nostra e con i nostri soldi (visti i suoi precedenti redditi da quasi-disoccupato)

  5. Anonimo

    13/01/2017 a 8:59 am

    La miopia di questa Amministrazione è lapallissiana. In tutta Europa si tende a modulare la circolazione viaria ai 30 all’ora per la sicurezza stradale mentre a Saronno, governata dalla Lega dal futuro politico incerto, si è in controtendenza per motivi prettamente politici ed ideologici. Cosa si vuole dimostrare? Non è una prevaricazione sulla volontà dei cittadini che non si riconoscono nell’ottusità di questo provvedimento?

    • Anonimo

      13/01/2017 a 5:25 pm

      Un’intera città a 30km/h è un’idiozia, a Saronno e in tutta Europa dove invece si modulano le Zone 30 ma che Zone rimangono.

      • Anonimo

        13/01/2017 a 8:30 pm

        Mentre è intelligentissimo togliete il limite dei 30 all’ora in via Biffi,piena di bambini che vanno a scuola (Pizzigoni) e ai giardinetti, nonché fi tutte le persone che vanno alla Regina Pacis.

        • Giovanni

          19/01/2017 a 11:45 pm

          ..i bambini che vanno a scuola sono per strada solo per 40 ( dico quaranta ) minuti al giorno esagerando….chi va in chiesa ancora meno….quindi se proprio credi che la zona sia pericolosissima basterebbe mettere una pattuglia per due ore al giorno con autovelox per far rispettare il 50 all’ora e multare ciclisti e pedoni che non rispettano i codice. Vedrai che continueranno e non esserci incidenti….

      • Anonimo

        13/01/2017 a 8:42 pm

        Dislessico spiegati meglio grazie

  6. Turk-182

    13/01/2017 a 9:10 am

    Fantastico questo:

    “in cui si chiederà agli automobilisti di moderare la velocità e di prestare particolare attenzione”

    Sì, certo come no, modereranno sicuramente la velocità. Certo.

  7. alegalli

    13/01/2017 a 2:14 pm

    Interessante il fatto che via Roma passi davanti a una chiesa, un oratorio, una delle palestre più frequentate di Saronno e giusto lì dietro il campo sportivo, con tanti giovani che arrivano in bici.

    Il principio qual è? Far accompagnare tutti i minori dalle mamme in SUV? Creare pericolo a chi attraversa la strada per andare a messa o all’oratorio?

    E ci è voluto un anno e mezzo per farlo. 😉

  8. ace2

    13/01/2017 a 5:00 pm

    Io continuerò ad andare a 30 km/h, così chi è dietro di me non potrà comunque andare più veloce.

  9. non se ne puó piú

    13/01/2017 a 5:14 pm

    perché, qualcuno viaggiava a 30 kmh? andando in seconda e inquinando di piú.

    • Anonimo

      13/01/2017 a 11:34 pm

      Se tu fossi capace di guidare ai 30 potresti andare in terza o anche in quarta, quindi non si inquinerebbe di più. Ma soprattutto si farebbero molti meno danni a pedoni e ciclisti!

      Bella l’idea di andare COMUNQUE ai 30, mica possono miltarci!

    • sarunatt

      14/01/2017 a 8:59 am

      Io riesco benissimo ad andare a 30km/h e continuerò a farlo tenendovi tutti i leghisti in fila dietro di me. Se tu non sei capace di portare l’auto a 30km/h è meglio che vai in bici, l’auto non fa per te.

  10. Anonimo

    13/01/2017 a 8:34 pm

    …. Praticamente si può andare a 50 allora in tutta la zona scuole elementari. Nobel al genio che ha avuto questa pensata