SARONNO – Niente Imo Saronno per il campione americano David Hawkins: era in trattativa con il club biancazzurro ma nelle scorse ore ha deciso di firmare con il Sesa Sustinente, compagine mantovana di G Silver, dunque la categoria inferiore rispetto a quella dei saronnesi. Hawkins rientra da quattro anni di squalifica per doping, ed era alla ricerca di una società “minore” dove rimettersi in forma in vista di un ritorno in grande stile nella prossima stagione.

Ad annunciare l’accordo con il giocatore proveniente dagli Usa è un comunicato del Sesa.

La società Sustinente basket è lieta ed orgogliosa di comunicare alla stampa, ai tifosi ed agli appassionati di aver acquisito le prestazioni sportive della guardia americana classe ‘82 David Hawkins. Nato a Washington nell’ottobre del 1982, 195 cm sui quali sono distribuiti 105 kg, ha iniziato a maneggiare i primi palloni a spicchi al college nella Temple University dove rimane sino al 2004 viaggiando alla media di 20 punti a partita. Dopo aver disputato la pre-season con la maglia degli Houston Rockets, si trasferisce in Lega Due a Rieti dove colleziona 18 presenze viaggiando oltre i 25 punti di media a partita. Tale incredibile seconda parte di stagione gli vale la chiamata di Roma in A1 con la quale, in tre stagioni, colleziona, con grandi prestazioni da trascinatore vero, una semifinale scudetto, una finale scudetto persa contro la corazzata Montepaschi Siena, una finale di Coppa Italia persa contro Napoli nel 2006 (mvp del torneo in quell’occasione), trascinando i capitolini anche in Eurolega. Nell’estate del 2008 lascia la Capitale per accasarsi a Milano con la formula di contratto annuale con opzione per la seconda stagione. Nel capoluogo lombardo si rende protagonista di una grande stagione conclusa con 15.9 punti di media a partita ed un legame profondo che lo legherà a lungo con la tifoseria biancorossa. In estate, non rinnova l’opzione di rinnovo accasandosi alla Montepaschi Siena con la quale completa il “grande slam” vincendo, nell’ordine, Supercoppa Italiana, Coppa Italia e Scudetto da protagonista assoluto. Al termine della stagione torna, nel clamore generale, all’Olimpia Milano dove arriva sino alla semifinale scudetto eliminato, nel derby, da Cantù. L’arrivo di Sergio Scariolo sulla panchina dei lombardi e i cambiati piani societari lo convincono ad approdare in Turchia al Besiktas con il quale nella stagione 2011-12 completa un’altra mostruosa cavalcata aggiudicandosi la Coppa di Turchia, lo scudetto ed un Euro Challenge. Il 16 Agosto 2012 il Galatasaray lo strappa ai cugini bianconeri facendogli sottoscrivere un contratto biennale con opzione per il terzo.

Terminata ora la lunga squalifica, il giocatore ora è pronto a rituffarsi nel basket giocato e per ripartire, fra mille proposte pervenutegli, ha scelto proprio Sustinente. The “Hawk”, che ha scelto la maglia numero 34, verrà presentato alla stampa ed agli appassionati giovedì 23 febbraio alle 12.30 nella sala stampa del Green Park a Mantova. Sarà possibile, al termine della conferenza, effettuare interviste personalizzate con la formula dello “stand-up”.

21022017

2 COMMENTI

  1. Ce lo siamo fatti fregare,servirebbe una svegliata a questa IMO un po deludente quest’anno,ci eravamo abituati bene

Comments are closed.