Ceriano Laghetto, carnevale coraggioso

CERIANO LAGHETTO – Le nubi scure in cielo e la pioggia del mattino non hanno affievolito l’entusiasmo degli organizzatori del carnevale di Ceriano Laghetto e, alla fine, è stato sufficiente ritardare un po’ la partenza per dar vita ad un corteo allegro e spensierato che ha raccolto tanti applausi e una grande partecipazione, rafforzata anche dalla presenza di bambini e ragazzi dei Comuni limitrofi, dove le sfilate sono state annullate. Partiti dall’oratorio, i tre carri in gara per il concorso lanciato dall’Amministrazione comunale e dalla parrocchia di San Vittore martire, hanno sfilato per le vie principali del paese, accompagnati da gruppi in maschera, fino a raggiungere la piazza Diaz per la grande festa finale e le premiazioni. Il tema dell’edizione 2017 del carnevale era quello del viaggio, in particolare con il titolo “Oratour”, tema suggerito dalla Fondazione Oratori Milanesi. Verdetto difficile per la giuria chiamata a stilare la classifica sui tre carri partecipanti. Tra i giurati c’erano il celebre pittore cerianese Sergio Caimi, l’attore e docente di teatro Antonio Lombardi, la presidente dell’associazione artigiani, commercianti e lavoratori autonomi Laura Brenna, la presidente del centro diurno terza età Loretta Cedrini e l’assessore comunale alla Cultura, Romana Campi. La classifica finale ha visto imporsi il carro proposto dai ragazzi del bar “Angolo verde”, che hanno realizzato un aereo con tanto di elica rotante e fumo. Al secondo posto il carro della Pro loco, con l'”ultimo viaggio”, tra angeli e lapidi e terzo l’oratorio con il furgone degli hippies. Nel ritirare il premio, i vincitori del gruppo Angolo Verde hanno sottolineato come questa iniziativa, con la fatica e l’impegno a realizzare il carro allegorico, sia servita negli anni per consolidare la loro amicizia.

Un premio speciale è andato alla maschera più bella, quella di Elena Pasquariello, con il suo costume da mongolfiera. In piazza, oltre alle chiacchiere offerte dall’Associazione commercianti e al tè offerto dal centro diurno terza età, c’erano i volontari della Croce rossa “Alte Groane”, con palloncini, trucchi e gadget per i bambini. Particolarmente soddisfatta della buona riuscita dell’evento, l’assessore Campi, che si è complimentata con tutti i partecipanti e con quanti hanno realizzato carri e costumi.”E’ stato un pomeriggio davvero molto coinvolgente, bellissimo. Hanno vinto l’amicizia e il sorriso dei bambini” ha dichiarato. Contento anche il parroco don Giuseppe Collini:”E’ stata la festa delle famiglie e dei bambini, un pomeriggio coinvolgente e divertente, che ha meritatamente premiato con la partecipazione tutti quelli che si sono impegnati per realizzare i carri e le maschere”.

09032017