ORIGGIO- E’ stata inaugurata nei giorni scorsi, precisamente il 4 marzo, la mostra personale di Claudio Bettolo, dal titolo “Della presenza e dell’assenza”. L’esposizione è ospitata a Villa Borletti, in via Dante, a Origgio.

La mostra resterà aperta fino al 19 marzo con questi orari: sabato e domenica dalle 9.30 alle 12 e nel pomeriggio dalle 16 alle 19.

Simona Bianchi, storica dell’arte ha commentato la personale di Bettolo in maniera molto positiva: ” Nessuno studio preliminare, solo il veloce gesto di riportare sul foglio ciò che lo specchio ci rimanda, per poi essere lievemente raffinato con i gessetti. Il soggetto si confonde con lo sfondo, a ricordare le imprese cubiste di Braque e Picasso e il loro tentativo di rappresentare in bidimensionale la tridimensionalità della realtà; i colori si fanno terracei, vicini a quella vita contadina che l’artista conosce fin dalla giovinezza; la materia umile e secca dei gessetti e della cenere riportano ancora una volta al passato e alla vita umile di un paese agricolo nel quale ha vissuto l’infanzia. Ma questo non vuole dire crudezza, non vuole dire asprezza, anzi. La materia si fa vellutata tanto che vien voglia di toccare con mano tutta quella morbidezza; e allora non importa più se soggetto e sfondo sono un tutt’uno e non si riconoscono ma si fondono. Il resto è solo poesia di colori”.

09032017