Morte sospette: arrestato dai carabinieri l’ex primario Scoppetta

SARONNO – Questa mattina all’alba, i carabinieri della Compagnia di Saronno hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare a carico di Nicola Scoppetta, ex primario del pronto soccorso del’ospedale cittadino indagato per favoreggiamento personale e omessa denuncia nell’ambito della nota indagine condotta dalla procura di Busto Arsizio, che vedeva coinvolti Leonardo Cazzaniga e Laura Taroni, a loro volta indagati per omicidi plurimi.

L’uomo è al momento agli arresti domiciliari.

Il provvedimento di arresto è scaturito a seguito della decisione del tribunale del Riesame di Milano, che aveva accolto la richiesta della procura contro il rigetto del gip del Tribunale di Busto Arsizio. Alla stessa decisione del Riesame, aveva opposto ricorso presso la Corte di Cassazione la difesa del medico. La Corte di Cassazione, quindi, ravvisando sussistenti i presupposti della misura cautelare, tre giorni fa ha respinto il ricorso della difesa, avallando la decisione del Tribunale del Riesame e rendendo esecutivo il provvedimento che questa mattina è stato eseguito.

Dopo gli arresti del 29 novembre, il primario, a cui era stata notificata l’informazione di garanzia per gli stessi reati, fu trasferito di incarico, confluendo nella direzione dell’Asl di Busto Arsizio con funzioni meramente amministrative.

17032017