SARONNO – Migliorano le condizioni della 17enne  colpita da meningite meningococcica.

Il quadro clinico della ragazza, che è stata ricoverato lunedì notte, ha segnato dei miglioramenti nelle ultime ore.

Nel frattempo continua la mobilitazione dell’Atl che ha inviato un informativa specifica per gli studenti dell’istituto frequentato dalla giovane. Per loro nessuna profilassi obbligatoria ma sola la possibilità, a discrezione dei genitori, di eseguire un richiamo del vaccino.

Negli ultimi giorni all’Itc Zappa di via Grandi, istituto in cui la 17enne di Turate frequentava il terzo anno, è stata consegnata a tutte le famiglie una nota informativa sull’accaduto. Sono stati forniti recapiti per rispondere a eventuali domande e è stata rimarcata la possibilità per gli studenti di sottoporsi al richiamo gratuito del vaccino quadrivalente contro il meningococco all’ambulatorio dell’Asst Valle Olona in via Manzoni. Le vaccinazioni saranno eseguite il venerdì mattina dalle 9 alle 12 ma è necessario prenotarsi chiamando lo 029606553 dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 12.

L’Ats Insubria che sta monitorando la situazione ha chiaramente specificato che non sono necessarie particolari precauzioni o profilassi per gli spazi scolastici. Appena confermato che si trattava di meningite è stata eseguita la somministrazione di antibiotico alla stretta cerchia di familiari e amici, in totale una ventina di persone. Per quanto riguarda i compagni di scuola non ci sarebbero rischi perchè la ragazza era assente dal 27 febbraio e la profilassi è prevista solo per le persone venute a stretto contatto nei 10 giorni prima dell’inizio dei sintomi, che nel caso della ragazza si sono manifestati il 13 marzo.

19032017

5 COMMENTI

  1. Sono una mamma di una ragazza che frequenta lo zappa come sempre sono state dette un sacco di cavolate
    Primo la scuola si è decisa a rendere pubblica la notizia giovedì dopo che alcune mamme della classe 4 hanno chiamato ripetutamente la preside che nulla aveva fatto trapelare …
    E poi il n verde messo a disposizione dice che tutti possono accedere al vaccino gratuitamente ma non è così perché a Saronno dicono che è gratuito solo X i
    minorenni e viene fatto solo a chi appartiene a questa Asl
    come sempre la mano destra non sa cosa fa la sinistra
    Mi chiedo ma i ragazzi non sono tutti uguali è in questo caso non hanno tutti gli stessi diritti sig LORENZIN !!!

    • Solito problema dovuto alle province che frazionano tutti servizi in modo vergognoso. Aboliamole per favore.

Comments are closed.