SARONNO – Il derby del Palaronchi se lo aggiudica la Imo Robur Basket Saronno. Dopo un partita di parziali e controparziali, la difesa e le percentuali al tiro della Robur emergono prepotentemente nel quarto quarto e portano i ragazzi di Crugnola fino all’80-70 finale. Inizio con polveri bagnate da entrambe le parti; al terzo minuto il punteggio è ancora sul 4-6 con l’Osl Gabagnate che segna da fuori (Arui e Cappellotto) e Saronno da dentro l’area. Non si vede un gran basket, anche perché la posta in palio è elevata: con una vittoria la Imo sarebbe quasi matematicamente ai playoff, mentre con una sconfitta l’Osl sarebbe quasi matematicamente esclusa. Si va via a braccetto sino al 13-13 poi la squadra di casa piazza il primo dei tanti parziali della partita, un 14-4 in due minuti (8-0 per chiudere il periodo) e prova a scappare sul 23-17 della prima sirena. Dopo il primo riposo, però, l’Osl risponde e torna pari sul 25 con la sfuriata delle seconde linee Caffarra e Ripamonti, due giovani interessanti lasciati in campo per tanti minuti da coach Marrapodi. Saronno trova un grande Gurioli (decisamente ritrovato dopo l’ottima prestazione con la capolista Pavia) e le squadre si scambiano vantaggi minimi fino al 35-37 di fine primo tempo.

Ad inizio ripresa la Robur segna solo 4 punti nei primi cinque minuti e questa volta è l’Osl a provare la fuga, con le bombe di Arui, l’efficacia di Cappellotto e il talento offensivo di Bosio. Garbagnate arriva fino al +6 (41-47 al 25′), ma ancora una volta arriva una risposta, naturalmente firmata dai due marcatori di riferimento dei padroni di casa, ovvero Cacciani (18 al termine con 6/10 al tiro) e Gurioli (21 per lui e 9/13). La partita s’innervosisce e fioccano tecnici da una parte e dall’altra, addirittura doppio per Furlanetto che lascia anzitempo il match, ma il punteggio è ancora in equilibrio al 30′: 54-56. Gli ultimi dieci minuti saranno decisivi ed è Saronno a dimostrare maggior convinzione, anche per via di un’evidente calo fisico degli ospiti, provocato da numerosi acciacchi e infortuni patiti in avvicinamento alla gara. La difesa saronnese sale di tono e provoca due infrazioni di 24 secondi una in fila all’altra e più in generale tantissime perse ai danni di Garbagnate che chiuderà con 20 palloni regalati agli avversari. Il momento è propizio e la Robur alza le percentuali al tiro, 4 punti consecutivi di Di Meco aprono il periodo, due triple di Novati e 5 punti in fila di Gurioli lanciano il parziale definitivo. Dall’altra parte l’Osl non riesce ad innescare Allegri (solo 9 punti), mentre Arui è confinato sul perimetro (5 triple a segno, ma nessun canestro da dentro l’area). Al 35′ è 71-59. Le energie di Garbagnate sono al lumicino: la squadra di Marrapodi non riesce più a trovare soluzioni semplici in attacco, mentre la Robur sembra averne ancora. Il match si chiude del tutto sulla rubata e schiacciata di Cacciani. 80-70 il punteggio finale e terza vittoria consecutiva per Saronno che ora è sesta e ad un mezzo passo dalla qualificazione matematica ai playoff.

20032017