SARONNO – Un ponte ciclopedonale sul torrente Lura che colleghi le due sponde del corso d’acqua tra via Morandi e viale Lombardia così da creare un collegamento ciclopedonale che, integrandosi con gli esistenti, colleghi Saronno a Caronno Pertusella.

A presentare il progetto, ieri sera in consiglio comunale, l’assessore all’Urbanistica Maria Elena Pellicciotta che è partita da un excursus storico: “Nell’aprile 2015 è stato approvato un intervento per la realizzazione di un nuovo impianto di istribuzione carburanti, lungo via Parma. Il progetto comprendeva la contemporanea realizzazione di un’opera di compensazione ambientale. Si era pensato alla realizzazione di un percorso ciclabile nell’area ex tiro a segno risistemata a verde”.

Negli ultimi mesi, però, nel quartiere è stato portato a termine un altro intervento di riqualificazione ambientale della zona ossia la “sistemazione idraulica-forestale e rinaturalizzazione” del torrente Lura. In sostanza è stato realizzato, ad opera di un’azienda di Origgio, il progetto di consolidamento delle sponde, piantumazione di essenze che si sviluppa per tutta l’area fluviale da via Morandi (dietro il cimitero) fino al parcheggio del centro commerciale “Decathlon”. L’opera di riforestazione comprende peraltro anche la creazione di un percorso, un largo sentiero, per la manutenzione nel verde. “Il collegamento dei percorsi realizzati in parte sulla sponda destra in parte su quella sinistra – ha continuato l’assessore – renderebbe però perfettamente fruibile, da tutti, la pista che così entrerebbe di fatto a fare parte del un sistema intercomunale di piste ciclabili”.

Da qui l’idea sposata dall’attuale Amministrazione di spostare la compensazione ambientale, chiesta al costruttore del distributore, verso  la realizzazione di una passerella ciclopedonale per attraversare il torrente e congiungere le piste di manutenzione. L’operatore si e detto disponibile a progettare il ponte ed ha quindi presentato il programma costruttivo. “L’opera sarà eseguita dal privato, come il piano dei servizi di Saronno consente, a sue totali spese e sarà al termine riconsegnata al patrimonio pubblico rendendo così possibile il godimento e l’utilizzo di una zona arginale del Lura già tutta di proprietà del Comune di Saronno” conclude Pellicciotta.

Malgrado le perplessità emerse dai banchi della minoranza a partire da quelle sollevate da Franco Casali di Tu@Saronno sul progetto della passerella “che non sarebbe funzionale al passaggio delle biciclette e dei pedoni” la maggioranza ha approvato la delibera rimarcando l’intenzione di migliorare il progetto.

05042017

12 COMMENTI

    • Passerá alla storia per il ponte, manco fosse quello sul fiume Kwai o sullo stretto di Messina…

  1. Opera completamente inutile per un semplice motivo che dietro al cimitero la ciclabile a oggi porta da nessuna parte…

  2. Opera al quanto di dubbio valore,molto meglio se si fosse fatto il canale ciclabile verde all’ex tiro,ma lì il sindaco pensa di riaprire il tiro a segno…per chi ancora non si sa,ma l’idea è quella…

  3. Sono un residente del Matteotti ed entrambe le opere (riqualificazione ex tiro a segno e ponte pedonale) a mio avviso sarebbero utilissime.

    A chi dice che il ponte sarebbe inutile chiedo di provare a raggiungere la nuova ciclabile del Lura che collega Saronno a Caronno Pertusella: presenta un accesso difficoltoso e decisamente pericoloso per pedoni e ciclisti.

    Infatti, tutti gli attraversamenti pedonali, predisposti da diversi anni in prossimità della Rotatoria della Dubina, sono incompleti mancando tuttora di raccordi, strisce pedonali, e di un’adeguata illuminazione. Inoltre non c’è un marciapiedi o un camminamento protetto ciclopedonale nella parte di rotatoria tra Corso della Vittoria e via Parma. In questo momento, i pedoni provenienti da Corso della Vittoria che vogliono raggiungere a piedi il Parco, sono costretti a camminare a proprio rischio e pericolo sull’aiuola a filo strada, come testimoniato dal solco presente sulla stessa.

    Tutto questo si verifica in corrispondenza di una delle arterie più trafficate di Saronno, rendendo pertanto l’accesso per la fruizione del parco doppiamente pericoloso.

    Il nuovo tratto del Parco del Lura è poco frequentato proprio a causa del fatto che è troppo pericoloso raggiungerlo per i Saronnesi, provare per credere. Se non avete voglia di verificare guardate queste foto
    https://goo.gl/photos/LVqwURRWZA9hk8na8 e poi ne riparliamo. Il ponte renderebbe l’accesso al parco molto più semplice e adatto a tutti.

    Con questo non voglio dire che una ciclabile nell’area dell’ex tiro a segno sia meno utile, anzi sarebbe un’opera fondamentale per dare degli spazi verdi al quartiere.

    p.s.: avevo inviato questa segnalazione diversi mesi fa al comune e all’ente parco facendomi aiutare da FIAB e sono contento che qualcosa finalmente si stia muovendo

    • Fabio, come fa il ponte a passare la rotatoria ? se il ponte passa il Lura in zona Decathlon occorre sempre passare la rotonda che come dici giustamente è pericolosa e non attrezzata per pedoni e ciclisti.
      E poi io il ponte per farlo da dove lo prendo e dove mi porta ? Mi sembra un allungamento del percorso ….

  4. Chiaro che per giudicare la bontà del progetto del ponte dovrei capire meglio dove hanno intenzione di posizionarlo, spero che in generale venga migliorato l’accesso alla ciclabile che porta a Caronno.. ora è pericolosissima

Comments are closed.