SARONNO – Raid vandalico nella notte tra domenica e lunedì nel cuore della città degli amaretti. Due persone con il volto coperto hanno preso a martellate la porta d’ingresso del palazzo comunale di piazza Repubblica e della vicina sede della banca Intesa di via Marconi.

Il blitz è stato messo a segno intorno alle 3 di notte. Due persone armate di martello hanno ripetutamente colpito la porta a vetri del Municipio. I colpi hanno crepato il vetro e creato un serie di crepe e di buchi. Il vetro comunque non ha ceduto e del resto i due malviventi non hanno tentato di entrare ma si sono limitati ai danni. Due colpi sono stati trovati anche sulla porta a vetri dell’istituto di credito che si trova dall’altra parte della strada.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia cittadina che hanno effettuato un sopralluogo. Sono state recuperate le immagini della videosorveglienza ma i due autori del raid sarebbero stati completamente travisati.

Al momento la porta è stata lasciata aperta per permettere l’ingresso dei cittadini mentre l’Amministrazione si è attivata per sostituire il vetro.

08052017

9 COMMENTI

  1. quindi questo episodio sta a significare le tanto paventate telecamere per dare più SICUREZZA servono a ben poco! Ne deduco che con o senza Lega Saronno è sempre più IN”SICURA”…..

  2. Mmmmh viso coperto col passamontagna (manco con le telecamere agli infrarossi li sgami), colpita anche la banca lì vicino… Io un’idea di chi sia stato me la sono fatta, voi no? Ma tanto a questi si perdona tutto

  3. E dopo le promesse arrivano le opere.
    E dopo le opere cosa si può fare? Trovare il modo di dimostrare che le opere non servono.
    Alle tre di notte i vigili non sono in servizio, lo sanno tutti.
    Le telecamere in questa occasione hanno registrato. I malviventi si sono coperti il volto. Soluzioni? Si ci sono. Si chiamano Questura, Prefettura, forze dell’ordine, Leggi e magistrati tutti rivolti verso lo stesso obiettivo.

    • come no, dai carabinieri al comune ci sono trecento metri.

      Di nuovo si evidenzia l’inutilità del sistema televisivo, soldi buttati al vento, a proposito di buona amministrazione

Comments are closed.