Profughi in arrivo: scintille sindaco-prevosto

SARONNO – Lascia a casa fair play il sindaco Alessandro Fagioli che non usa mezze parole nel commentare la notizia dell’arrivo di 9 profughi che saranno ospitare nella casa parrocchiale di piazza Libertà.

NESSUNA COMUNICAZIONE TRA COMUNITA’ PASTORALE E COMUNE NE UFFICIOSA NE UFFICIALE
“Prendo atto che anche in questa occasione io sia venuto a conoscenza di certe notizie soltanto dalla stampa o dai pulpiti delle chiese, magari nel corso di funzioni religiose. Più volte, in passato, dalle stesse persone mi è stata chiesta collaborazione su diversi temi e situazioni e sempre ho dato la mia disponibilità. Ma in caso di eventi importanti come questo nessuno ha ritenuto opportuno avvisarmi, né in via ufficiosa e tanto meno ufficiale”.

COMUNICAZIONE CON IL PREFETTO
Prosegue il primo cittadino: “Questa mattina ho avuto la comunicazione del Prefetto: in sostanza la parrocchia ha messo a disposizione della cooperativa “Intrecci” un alloggio che può ospitare nove persone. A oggi non è dato sapere le loro generalità, probabilmente saranno soggetti di sesso maschile provenienti dall’area sub sahariana. Sarà compito della cooperativa che gestirà il servizio informare l’Amministrazione”.

DIVERSA DESTINAZIONE DEI LOCALI? E IL PROGETTO PER RAGAZZE MADRI?
Ci risulta che il prevosto di Saronno abbia chiesto, qualche mese fa, la possibilità di mettere a posto dei locali della canonica per ospitare madri con bambini in una situazione di difficoltà. Chiedo: si tratta per caso degli stessi locali? In caso affermativo, il progetto originario di accoglienza di queste famiglie in difficoltà che fine ha fatto? Ribadisco che la prima volontà di questa Amministrazione è aiutare i saronnesi, soprattutto quelli che versano in difficoltà e a noi si rivolgono per un sostegno. In ogni caso, eseguiremo dei controlli per capire se i locali affidati rispettino le attuali normative”.

SI AIUTI CON LE MISSIONI NON PORTANDO QUESTE SITUAZIONI A SARONNO
“L’Africa è un continente enorme, di grandi bellezze naturali e di civiltà millenarie ma dove, purtroppo ci sono situazioni di povertà e disagio. Chi desidera attivarsi per risolvere questi problemi, può recarsi in loco con il buon vecchio metodo della missione, anziché portare queste situazioni a Saronno. Sono anche disponibile a pagare un paio di biglietti di aereo di sola andata. Non metto certo in discussione la volontà di aiutare il prossimo ma non sia una solidarietà obbligatoria, per legge dello Stato, che a oggi è malamente governato in questa situazione, è impensabile asserire che l’Italia o l’Europa debbano farsi carico di questi flussi migratori. Le leggi della natura danno anche a noi saronnesi, lombardi, padani, italiani, europei, il diritto alla sopravvivenza e all’autodifesa”.

(foto archivio)

16052017

65 Resposte a Profughi in arrivo: scintille sindaco-prevosto

  1. Paolo Rispondi

    16/05/2017 a 4:46 pm

    Assolutamente d’accordo!

    • Anonimo Rispondi

      17/05/2017 a 10:39 am

      Sono anch’io d’accordo con il sindaco. Mi rimane comunque una forte perplessità sul fatto che nessuno della sua giunta sapesse nulla: mi riferisco a quella parte di giunta notoriamente legata alla comunità pastorale saronnese (l’uno, ex candidato sindaco) e notoriamente molto vicina al prevosto (l’altro, ex chierichetto tuttofare) che veste i panni di S.A.C.
      E alla fine mi domando: ma a cosa servono davvero due assessori di S.A.C. in giunta? Forse ad agevolare simili iniziative facendo da cuscinetto tra l’ideologia leghista e lo spirito di “accoglienza” del prevosto?
      Non c’è dubbio a questo punto, alla luce di quanto dichiarato, che Fagioli debba farsi un necessario pensiero sull’utilità di mantenere in giunta i due appartenenti a S.A.C.: i leghisti e tutti i cittadini che hanno votato lega stanno chiedendo conto delle promesse fatte in campagna elettorale e fin qui parecchio disattese.
      Saluti.

  2. Vladimiro Rispondi

    16/05/2017 a 4:59 pm

    Ancora con lo spauracchio dei controlli delle normative dei locali, prima i saronnesi, di che nazionalità sono, gli pago l’aereo…
    Almeno cambi disco, che le è stato dimostrato che non conta nulla. Visto che neanche si sono presi la briga di informarla.
    Poi che il sindaco argomenti su chi ha diritto di ospitalità in una canonica, è quantomeno deprecabile.
    Torni a fare il bravo iscritto alla lega tronfio del suo fazzoletto verde, ma lasci perdere discorsi troppo complicati per lei.

    Grazie.

    • Anonimo Rispondi

      16/05/2017 a 8:43 pm

      Hit musicale di successo non si cambia.
      Vai avanti così Sindaco e chiudi i rubinetti con chi vuole male ai Saronnesi.

    • Alfredo Rispondi

      17/05/2017 a 9:54 am

      …si vede come vengono gestiti dagli altri questi discorsi troppo complicati! E’ sotto gli occhi di tutti, tranne dei ciechi perché non vogliono vedere come te e i tuoi amici.
      Lascia perdere che è meglio…

  3. fagiolo Rispondi

    16/05/2017 a 5:15 pm

    nessuno ha avvisato fagioli?? beh devo dire che conta proprio tanto!!
    essendo locali della chiesa e non certo di fagioli o dell’amministrazione penso che la chiesa possa utilizzarli come meglio crede e non penso debba chiedere a fagioli o chi per lui come aiutare chi è in difficoltà!
    da come scrive poi caro fagioli suppongo che lei conosca benissimo l’Africa e le situazioni in cui vivono certe persone.
    forse dovrebbe anche informarsi sui motivi per i quali certi paesi si trovano in queste situazioni e da chi sono finanziate le armi e le guerre che insanguinano certi paesi.
    le leggi della natura di cui lei parla immagino che prevedano anche il diritto alla sopravvivenza e all’autodifesa di quei paesi e di quei popoli violentati , affamati , derubati e stuprati per permetterci di mantenere alto il nostro tenore di vita…..oppure vale solo per noi??????

    • Anonimo Rispondi

      16/05/2017 a 8:06 pm

      Se io domani decidessi di ospitare a casa mia 10 ragazze di facili costumi, bisognose di ospitalità, sarei costretto ad avvisare le autorità competenti (la polizia locale, per la precisione, ovvero il sindaco).
      Se non lo facessi sarei contro legge.
      Invece qualcuno pensa di poter fare quello che vuole in nome dell’accoglienza e dell’amore per il prossimo.
      Peace and love, fratello.

      • Anonimo Rispondi

        16/05/2017 a 11:01 pm

        La differenza si chiama “Patti lateranensi”…

    • tom Rispondi

      17/05/2017 a 9:19 am

      al momento nei principali paesi di provenienza dei migranti non sono in atto né carestie né guerre, anzi gli indicatori sociali (come il tasso di mortalità infantile) sono in netto miglioramento. Solo il 5,5% ottiene lo status di rifugiato, stato che potrebbe più comodamente, rispetto a un viaggio della speranza, ottenere facendo domanda in qualsiasi ambasciata Ue africana. Meglio però farsi trovare già in territorio italiano, anche se nel 95% non hanno i requisiti per ottenere assistenza, rubando così risorse a chi ne necessita veramente… Furbi e pure privi della carità che invece sfruttano, bella gente ci mettete in casa…

  4. anonimo Rispondi

    16/05/2017 a 5:29 pm

    dimostrazione della bassezza di questo sindaco

    • Anonimo Rispondi

      16/05/2017 a 8:47 pm

      Il sindaco è coraggioso, solo contro tutti. A difesa della sua comunità, dei saronnesi che lo hanno scelto.
      Altri preferiscono gestire un business economico e non hanno neppure il coraggio di ammetterlo, dichiarandosi per l’accoglienza senza se e senza ma.

      • Anonimo Rispondi

        17/05/2017 a 12:18 am

        Ma ci vivi a Saronno o ci sogni e basta?

  5. Accoglienza Padana Rispondi

    16/05/2017 a 5:33 pm

    Il comune non si faccia scippare i soldi per l’accoglienza ed accetti di implementare il progetto POAS gestendolo in prima persona. Persone controllate e progetti concreti. Altro che associazioni, Cattoliche o sinistrorse, Vampire di fondi Europei.

    • Accoglienza Padana Rispondi

      16/05/2017 a 6:43 pm

      Progetto SPRAR, sorry.

  6. Doma vunch Rispondi

    16/05/2017 a 5:54 pm

    Hai perso Fagioli. Ora taci.

    • Anonimo Rispondi

      16/05/2017 a 8:07 pm

      Non ne sarei tanto sicuro.

      • Doma vunch Rispondi

        17/05/2017 a 9:28 am

        Io invece si. Ma su tutta la linea, non solo sulla questione profughi.

        • Anonimo Rispondi

          17/05/2017 a 7:50 pm

          Quali dati oggettivi utilizzi per la tua valutazione?

  7. Anonimo Rispondi

    16/05/2017 a 7:02 pm

    Il nostro sindaco non le manda a dire, complimenti! 👏🏼

  8. Turk-182 Rispondi

    16/05/2017 a 7:48 pm

    Mamma mia ma quanti problemi per pochi profughi ospitati tra l’altro dalla parrocchia. Perché invece non vedo tutta questa attenzione e preoccupazione per chi delinque in città? Perché il problema è questo, non quei pochi profughi che arriveranno ospitati dalla parrocchia.

    • Anonimo Rispondi

      19/05/2017 a 12:12 am

      Si inizia con poco,e si finisce con tantissimi.prima gl’italiani.

  9. Io Rispondi

    16/05/2017 a 7:59 pm

    Dovrebbe vergognarsi per quanto affermato

    • Alfredo Rispondi

      17/05/2017 a 9:55 am

      perché?

  10. Andrea C. Rispondi

    16/05/2017 a 8:37 pm

    Finalmente una posizione netta, decisa e argomentata in tutti i suoi aspetti.
    Bravo Sindaco, cambia musica, finalmente un sindaco non asservito al potere temporale della chiesa.

  11. Nicola Rispondi

    16/05/2017 a 8:41 pm

    Ecco, il Fagiolo si è svegliato e ha detto le cose come stanno.
    Anche in consiglio comunale ha fatto lo stesso.
    Mi sa che la musica sta cambiando veramente.
    Bravo, e grazie di tutto quello che fa per la città

    • Anonimo Rispondi

      16/05/2017 a 9:19 pm

      Il problema è che sono solo parole…parole parole. NOI VOGLIAMO I FATTI CHE AD OGGI SONO 0

      • Anonimo Rispondi

        16/05/2017 a 10:36 pm

        NOI nel senso che siete un gruppo anonimo, o è un plurale maiestatis?

  12. Jessica Rispondi

    16/05/2017 a 9:25 pm

    Ha dimenticato “terrestri”….

  13. Donato Rispondi

    16/05/2017 a 9:28 pm

    Sono dalla parte del Sindaco !

  14. Anonimo Rispondi

    16/05/2017 a 9:34 pm

    fermiamo questa invasione !

    basta non se ne può più.

    Diritto alla sopravvivenza e autodifesa!

    • vladimiro Rispondi

      17/05/2017 a 6:28 am

      Esagerato. Stai parlando di nove persone in una comunità di circa quarantamila.

  15. Gabriele Rispondi

    16/05/2017 a 10:25 pm

    Il mondo è cambiato e quanti la pensano come il Fagioli, il Salvini sono ormai superati. E’ questione di tempo, il fenomeno è irreversibile e meno male. Tutto ciò ci fara avere l’opportunità di uscire dai nostri egoismi e rinnovare il nostro pensiero. Per il resto non dimentiamo di avere dinnanzi esseri umani e questo dovrebbe essere già sufficiente, senza ipocrisia.
    Grazie Don Armando per consentirci di riflettere.

    • Anonimo Rispondi

      17/05/2017 a 4:34 pm

      Le società più evolute della nostra, stanno già soccombendo di fronte al melting pot. Possibile che non sia abbastanza evidente?

      • Anonimo Rispondi

        17/05/2017 a 11:14 pm

        quali di grazia?? il melting pot USA non direi proprio, e neppure quello tedesco. e allora quali altre??

    • Anonimo Rispondi

      21/05/2017 a 9:06 pm

      Anche in Libano la pensavano cosi’.

  16. Anonimo Rispondi

    16/05/2017 a 10:26 pm

    Fagioli sta solo cercando di rimettere a galla la barca che affonda con l’unico argomento che conosce, i migranti. Ma ha perso in partenza, questa volta arriveranno, finalmente. Se ne faccia una ragione! Ed inizi a pensare al vero governo della città.

    • Anonimo Rispondi

      17/05/2017 a 4:38 pm

      Fin quando sono chiusi in casa del prete a spese dello stato ti andrà bene. Poi un giorno usciranno e ci sarà qualcuno pronto ad utilizzarli come manovalanza legale o illegale. E tuo figlio, probabilmente, non troverà lavoro. E tua figlia, forse, sarà importunata come già la cronaca ci ha proposto.

      • Vladimiro Rispondi

        18/05/2017 a 8:58 am

        Ma in che mondo di stereotipi vivi? I neri hanno il ritmo nel sangue… I cinesi sono tutti uguali… Una volta è arrivato un cinese con una valigia piena di contanti e voleva comprarsi il Leoncavallo…

    • giovanni Rispondi

      18/05/2017 a 8:09 pm

      Voi invece avete fatto un gran governo della citta’.N
      emmeno un lucchetto non siete stati capaci posizionare al PalaDozio.Non parliamo poi della Saronno servizi.

  17. claudio Rispondi

    16/05/2017 a 10:32 pm

    «Rendete dunque a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio» e il sindaco pensi a governare la città, come se i problemi fossero questi..

  18. Anonimo Rispondi

    16/05/2017 a 10:32 pm

    Basta invasione!

  19. Ufficio turismo missionario Rispondi

    16/05/2017 a 10:47 pm

    Sono pronto a dare un contributo per comperare i biglietti di sola andata per gli spiriti missionari. Bravo sindaco!

  20. Gaetani Raffaele Rispondi

    16/05/2017 a 11:22 pm

    Bravo Sindaco basta con questa cafonaggine della chiessa

    • giovanni Rispondi

      18/05/2017 a 8:10 pm

      GRANDE!!!!!

  21. Giovanni Rispondi

    17/05/2017 a 12:25 am

    Ma il mio commento ????
    Comunque ha fatto bene fagioli… anzi già che c’è la prossima volta che fermano uno spacciatore portatelo in canonica.
    Sono curioso di sapere cosa dice il consiglio pastorale. Pensavo le priorità nella comunità del Crocefisso Risorto fossero altre ma probabilmente ho sempre capito male.
    Bravo fagioli hai guadagnato un voto in più

  22. Anonimo Rispondi

    17/05/2017 a 8:19 am

    mi piacerebbe sapere da chi vengono mantenuti e visto che sono ospiti del parroco credo che il mantenimento sia a suo carico.O magari no?

  23. ferrario Rispondi

    17/05/2017 a 9:00 am

    Don Armando sta dalla parte giusta. I saronnesi lo sanno e accolgono.

    • Gabriele Rispondi

      18/05/2017 a 1:21 am

      Non mi sembra proprio leggendo i commenti

  24. M Rispondi

    17/05/2017 a 9:03 am

    oooh bravo fagiolone! finalmente si cominciano a tirar fuori gli attributi… avanti cosi!

    noto con tristezza che l’arroganza (subdola) della chiesa non passa mai di moda

    • Vittorio Rispondi

      17/05/2017 a 8:02 pm

      Gli attributi?!? Ma di che parli?!? Quando sono stati condannati per i manifesti si sono nascosti dietro il fatto che la Lega di Saronno non ha personalità giuridica… capito?!?

      • Anonimo Rispondi

        17/05/2017 a 10:24 pm

        Un ben informato, chissà quante cose sai!

        • Vittorio Rispondi

          18/05/2017 a 9:56 am

          Basta leggerle su questo quotidiano….

  25. Partigiano Rispondi

    17/05/2017 a 9:12 am

    Bravo Sindaco!!! E ora tutti alla messa per il tesseramento del PD e compagni di sinitra.

  26. Pierr Rispondi

    17/05/2017 a 9:36 am

    A Messa durante l’offertorio donate più soldi per questi migranti probabilmente mussulmani. Lasciamo invece che i saronnesi bisognosi vivano nell’indigenza. Il motto deve essere “buonismo e tolleranza estrema”.

  27. Anonimo Rispondi

    17/05/2017 a 1:31 pm

    Fagioli non ti ho votato, e mai ti voterò, però oggi son con te, bravo!!!

  28. Strano Silenzio... Rispondi

    17/05/2017 a 7:45 pm

    A quando un comunicato stampa di Sac contro il Don ? Ora i nodi vengono al pettine … facili le alleanze quando non ci sono problemi e adesso? Sac non poteva non sapere!

    • Anonimo Rispondi

      17/05/2017 a 10:25 pm

      Non solo SAC intervenga, dove sono gli alleati del sindaco?

      • giovanni Rispondi

        18/05/2017 a 8:15 pm

        E i pidini dove sono??.

  29. gia' Rispondi

    17/05/2017 a 11:42 pm

    Bravo Don e’ cosi’ che si fa per avere una Chiesa sempre piu’ VUOTA!!!! i profughi non li possono mantenere i tuoi amici del centro islamico!!!
    Dai che tra qualche tempo riusciranno ad avere anche loro l’ otto per mille,i musulmani…e da li’ in poi le chiese non esisteranno piu’ !

    • Anonimo Rispondi

      21/05/2017 a 9:09 pm

      Sarà proprio cosi’ purtroppo…

  30. Anonimo Rispondi

    18/05/2017 a 9:07 am

    Dopo le parole di cui ne abbiamo sentite tante Fagioli,adesso vogliamo vedere i fatti…
    Ah dimenticavo…non penso proprio che i tuoi della Locale possano entrare in canonica…Ricorda che la chiesa non è di tua competenza territoriale se non per un indagine giudiziaria,svolta da organi che abbiano compiti di polizia giudiziaria…NON LA POLIZIA LOCALE….QUINDI ANCHE STAVOLTA CI HAI PROVATO A TIRARCI LA SOLA….cosa pensi che i saronnesi se la bevano sempre?

  31. Max Rispondi

    19/05/2017 a 1:32 pm

    9 persone su 39 mila abitanti
    “Non sono stato informato di questi arrivi”.

    Quindi, tanto per capire, se io e altri dieci amici arriviamo a Saronno da Milano per passare una serata, il sindaco deve essere informato da me?

    Oppure, se tre famiglie comprano casa a Saronno e si trasferiscono lì, devono avvertire il sindaco?

  32. Anonimo Rispondi

    19/05/2017 a 3:30 pm

    Quanti commenti inutili e squallidi. Le origini di cotanto illuminato pensiero nei confronti della Chiesa e del mondo cattolico portano il lettore libero da sentimentalismi politici e religiosi ad intuire quale sia lo spessore morale e civile di coloro che puntualmente sproloquiano senza cognizione degli argomenti e degli eventi che giornalmente si manifestano a Saronno. Un poco di serietà ed obiettività può far crescere ogni dibattito giornalistico su questa testata.

  33. Carroccio Rispondi

    19/05/2017 a 3:55 pm

    Sig. Sindaco, sono contento che lei ha avuto da dire così le sue grandi promesse fatte vengono fuori……. meno male che la Chiesa esiste ancora. Le ricordo che è finita l’era di demagogia, lascia stare l’Africa con i suoi problemi perché proprio lei dovrebbe essere il primo a parlarne meglio di tutti visto che gli investi dei tuoi capi forse anche i tuoi sono stati sempre fatti in Africa anche se ultimo giro è andato male perché anche Tanzania non ci sta più a riciclare i soldi rubati dai partiti come il tuo….. vai avanti prevosto e speriamo che il tuo gesto cambi l’idea di tanti…..

  34. Lega viva Rispondi

    21/05/2017 a 3:06 pm

    Allora ospitiamo cani e porci, così che dopo vi lamentate della sicurezza!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.