Origgio, incontro pubblico: la storia del maratoneta Carlo Airoldi

ORIGGIO – La storia dell'”uomo forzuto” Carlo Airoldi verrà raccontata giovedì 18 maggio alla sala dei sindaci di Origgio. Airoldi era infatti origgese, era un maratoneta ed avrebbe voluto partecipare alle prima Olimpiadi moderne, quelle che si tennero nel 1896 ad Atene. Ci andò, addirittura, a piedi ma infine non riuscitì a prendere parte all’evento.

Il giornalista Manuel Sgarella di Varesenews qualche tempo fa ha realizzato un libro sulla sua suggestiva ed unica storia, “Il testamento del maratoneta”, disponibile non solo sulla carta stampata ma anche in ebook su Amazon, nel quale racconta del suo travagliato ed avventuroso viaggio sino alla capitale ellenica. Se ne tornerà dunque a parlare all’incontro che è stato previsto giovedì sera al Municipio di Origgio. Un appuntamento dunque suggestivo, che consentirà ai cittadini di riscoprire le vicende umane e sportive del loro concittadino di fine ottocento.

(foto: la copterina del libero dedicato all’origgese Carlo Airoldi, sportivo e maratoneta)

17052017