SARONNO – Entro fine anno il servizio di guardia medica si trasferirà dall’attuale sede alla Fondazione Gianetti, davanti al Municipio, all’ex casa del cappellano all’interno dell’ospedale.

La novità è stata resa nota durante l’incontro organizzato dalla direzione dell’azienda ospedaliera Valle Olona e l’Amministrazione comunale per fare il punto degli investimenti che saranno realizzati con finanziamenti regionali nella struttura di piazzale Borella.

Tra le diverse novità presentate, alcune già note come l’informatizzazione delle cartelle, la riqualificazione del settimo piano del padiglione verde e la riattivazione del secondo blocco operatorio, c’è quella di portare la sede dei medici di continuità assistenziale (ossia la guardia medica) all’interno dell’ospedale. Il progetto è già stato studiato nei dettagli e si sta passando alla preparazione degli spazi. In sostanza sarà lasciata, probabilmente entro la fine dell’anno, la sede all’interno della Fondazione Gianetti e sarà creato uno spazio ad hoc all’interno dell’ospedale, nell’ex casa del cappellano.

“Una soluzione interessante sotto diversi aspetti – ha spiegato Giuseppe Brazzoli direttore generale dell’Asst Valle Olona – la nuova location offrirà la possibilità accedere al servizio anche dall’esterno, visto che ci sarà un ingresso in via Frua ma soprattutto consentirà di interagire con il pronto soccorso”. In sostanza l’idea è quella di dirottare, nei momenti di apertura, i codici bianchi del pronto soccorso alla guardia medica: “Del resto una diversa gestione delle tipologie di emergenze è uno dei progetti che siamo portando avanti anche nelle novità organizzative che stiamo realizzando in pronto soccorso”.

07062017

20 COMMENTI

  1. Spero fortemente di sbagliarmi ma si andrà a peggiorare il servizio di guardia medica.

    • Ho paura che abbia ragione. Peccato, mi sono sempre trovato bene in Guardia medica…e me ne vantavo con i colleghi…

  2. Finalmente una scelta razionale.
    Mi sono sempre chiesto due cose:
    – perché la guardia medica non é all’interno dell’ospedale (comunicante col PS)
    – perché l’ospedale non ha all’interno una farmacia aperta H24 365 giorni all’anno (non per i farmaci ospedalieri, ma una comune farmacia gestita dall’ASL in modo che se mi dimettono dal PS alle 3 di notte uno sa dove trovare i farmaci prescritti).

  3. Cosi faremo due code, una al pronto soccorso e una alla guardia medica.
    Ottima soluzione, bravi

    • Errato.
      Farà accettazione in PS e 1 coda in guardia medica.
      Consideriamo il fatto che in GM vanno solo i codici bianchi i quali porterebbero via risorse a codici verdi in PS.
      A me sembra una buona soluzione per snellire il PS

  4. Ah!!!!! ….. allora è per questo che è stato sfrattato il Cappellano dell’ospedale!!!

  5. In sostanza l’idea è quella di dirottare, nei momenti di apertura, i codici bianchi del pronto soccorso alla guardia medica.
    Questa mi sembra davvero una buona idea.

  6. quindi in futuro, si perderà la presenza del cappellano; per chi crede sarà un grande vuoto.

  7. Il cappellano è già andato! Dal primo giugno. Se vuoi l estrema unzione fattela da solo!
    Altra vergogna per l ospedale!!!

  8. Forse è l’inizio per poi lo smantellamento del pronto soccorso per poi rivedere il ruolo del presidio ospedaliero nel contesto sanitario Lombardo???

  9. ” In sostanza l’idea è quella di dirottare, nei momenti di apertura, i codici bianchi del pronto soccorso alla guardia medica:” apertura di cosa? della Guardia Medica? cioè la sera e i fine settimana visto che la Guardia Medica è aperta solo la sera e i fine settimana….. quindi il PS sarà sempre ingolfato… anzi forse lo sarà di più visto che magari chi pensa di andare in Guardia medica durante le ore diurne e la trova chiusa si riverserà in PS….

    • Difficile che le persone cerchino di andare in Guardia Medica di giorno quando è chiusa, considerando che hanno a disposizione il proprio medico curante che è invece aperto.

      Mi sembra che si cerchi di fare polemica giusto per il gusto di farla: alleggerire il PS dei tantissimi codici bianchi è un’ottima soluzione, così come spostare la Guardia Medica all’interno dell’ospedale in una zona conosciuta e facilmente raggiungibile.

      E’ un servizio migliore e più efficiente fornito a tutti i comuni serviti dalla Guardia Medica di Saronno.

  10. Gradirei sapere perché il mio messaggio è stato censurato. Non ho offeso nessuna persona, nessuna istituzione ma solo espresso in maniera civile una mia preoccupazione.

  11. Speriamo in bene. Non ho capito perché l’ingresso da via Frua. E approfitto x segnalare che da tempo il cancello dietro su via Colombo è sempre aperto anche di notte. W la sicurezza! A proposito del prete vergognoso che non sia ancora in preventivo un sostituto… un saluto a tutti. Barbara Premoli

Comments are closed.