COMASCO – Nella nottata odierna, le pattuglie dei carabinieri delle stazioni di Appiano Gentile e di Mozzate hanno arrestato un 19enne abitante ad Appiano Gentile, con precedenti penali, colto nella flagranza del reato di furto aggravato. Il giovane è stato sorpreso poco dopo aver svaligiato la cassa di un bar situato in via Cadorna del comune di Limido Comasco. Il ladruncolo in tasca aveva ancora la somma di 150 euro e cioè il denaro appena asportata proprio dalla cassa del locale pubblico, due telefoni cellulari che sono risultati di proprietà del titolare del bar e due cacciaviti utilizzati per commettere il reato.

Questa mattina si è svolto il processato con rito direttissimo, il ragazzo è stato condannato a due mesi e venti giorni di reclusione con pena sospesa. Lo stesso è stato pertanto rimesso in libertà. La refurtiva sarà adesso restituita al titolare del bar preso di mira dal malvivente.

(foto archivio)

22062017