SARONNO – Continua senza sosta il lavoro della iMO Robur Basket per allestire una squadra competitiva, che possa ambire ai vertici del campionato di Serie C Gold anche nella stagione 2017/2018. Primo passo del presidente Ezio Vaghi, del direttore sportivo Marco Novati e di tutto lo staff della prima squadra sono state le riconferme, quelle di coach Michele Crugnola, di capitan Matteo Leva, del playmaker Lorenzo Novati e dell’ala tiratrice Stefano Cacciani. A loro si sono aggiunti nelle ultime ore anche Alessandro Gurioli, che ha deciso di continuare per il suo quarto anno consecutivo a Saronno nonostante le proposte di Vigevano e Nerviano e l’abboccamento per allungare le rotazioni in A2 ai Knights di Legnano, e Julian Danelutti – arrivato in inverno da Lierna come rinforzo sotto le plance -, che completerà il pacchetto lunghi al fianco di Filippo Politi, il primo grande acquisto della stagione saronnese. Il centrone di origini bolognesi ha giocato le ultime annate in Serie B a Desio ed è una sicurezza per la categoria. Ad allungare le rotazioni del reparto ci sarà anche il giovanissimo Under Davide Tresso (ala classe 2000) promosso in pianta stabile in prima squadra. Tra gli Under sarà possibile vedere anche Federico Fornara, esterno del ’97 ex Nerviano e Lierna. Mancano dunque poche pedine (al massimo altri due senior per regolamento) per completare il roster che terrà alto il nome della iMO nella prossima stagione. Una di queste potrebbe essere il super cannoniere del campionato Alessio Allegri, uno che negli ultimi anni ha sempre chiuso oltre i venti punti di media, infilandoci per gradire anche una decina di rimbalzi, per la più strepitosa doppia doppia di media del torneo. Lui, legato a vita con l’Osl di Garbagnate, potrebbe lasciare i biancorossi – che si sono autoretrocessi in Serie D – per la nuova esperienza saronnese. Tra i senior rimarrebbe dunque un unico posto da ricoprire, un esterno capace di giocare da guardia ma anche di dare minuti di riposo al playmaker titolare. Ma prima dell’inizio del campionato c’è ancora tempo, anche perché ancora non si sa di preciso quante e quali squadre lo comporranno, viste le tante rinunce degli ultimi giorni. Quel che è certo è che la Robur ci sarà.

30062017

1 COMMENTO

Comments are closed.