SARONNO – “I concorsi culturali sono una novità per Saronno e sono buona cosa”: questo il titolo della lunga nota inviata da Angelo Veronesi che fa il punto della situazione sui concorsi culturali proposti dall’Amministrazione comunale che hanno ricevuto 5 adesioni. Proprio la scarsa partecipazione è stata al centro di un confronto politico nell’ultimo consiglio comunale.

Ecco il testo integrale della nota di Veronesi.

“I tre concorsi coprono tre argomenti differenti: raccontare il territorio di Saronno, raccontare la scienza e la tecnica ed un ultimo argomento di attualità che riguarda la memoria delle vittime del terrorismo. Non abbiamo vincolato gli argomenti, come invece chiedeva il Pd che in fase di discussione dei bandi, in commissione cultura, aveva sostenuto che avremmo dovuto scegliere un argomento ben definito e lamentava che “il testo” “abbraccia argomenti di ampio raggio, che i soggetti ai quali sono rivolti siano di estrazione e finalità molto differenti tra loro, che non sia specificata la natura degli elaborati richiesti e che di conseguenza possa risultare molto difficoltosa la valutazione finale”.
In ogni caso, in fase di approvazione, il Pd garantiva la “massima collaborazione affinché le iniziative sopra citate possano avere esito positivo”. In consiglio comunale Nicola Gilardoni ha dichiarato che i bandi sono l’idea che la Lega ha della cultura. Ha ragione: noi abbiamo un’idea aperta della cultura e non vogliamo imporre argomenti preconfezionati come ha fatto la sinistra.

Non favoriamo le associazioni amiche, come invece era solito fare il Pd a Saronno e come sta continuando a fare il Pd in Provincia. La Provincia del Pd non risponde nemmeno alle richieste di patrocinio inviato da associazioni che non sono espressamente di sinistra.
Abbiamo un’idea diametralmente opposta di cultura e ce ne vantiamo con orgoglio.
E’ la prima volta che a Saronno si organizzano concorsi culturali. Mai in passato ne è stato organizzato uno. Non si può confondere l’organizzazione dei concorsi con la bontà dell’iniziativa.
Le polemiche del Pd sono vergognose perché sono indice del fatto che a parole il Pd ha sostenuto di collaborare, ma nei fatti ha boicottato l’iniziativa solo per fare polemica politica. I rappresentanti del Pd non vogliono bene alla città.
In particolare i concorsi sono stati pensati per il mondo studentesco e volevano offrire agli insegnanti l’opportunità di far approfondire agli studenti argomenti di interesse scolastico e di attualità.
Volutamente abbiamo scelto di non vincolare gli argomenti a temi specifici lasciando la massima autonomia decisionale, in modo che ogni scuola ed ogni classe potesse applicare la specificità del rispettivo corso di studi.
I concorsi sono stati pensati anche in relazione al mondo associativo saronnese che vanta realtà che si occupano di argomenti differenti. Non abbiamo voluto limitare alcuno dagli argomenti in concorso in modo che tutti avrebbero potuto partecipare alla competizione.
Non abbiamo ristretto la partecipazione ai concorsi: potevano partecipare i cittadini saronnesi, ma anche chiunque altro intendesse cimentarsi nei concorsi per consegnare qualche cosa di bello e di interessante alla Città di Saronno.
Non è stata preclusa alcuna forma espressiva. La sezione arti visive comprendeva: pittura, scultura, installazione, fotografia, collage, cartellone con i disegni.
La sezione opere multimediali, particolarmente gettonata tra i giovani, comprendeva: filmati, videoclip, audio, gioco, presentazioni multimediali.La sezione testi, come nel più classico dei concorsi, comprendeva: temi, saggi brevi, racconti, lettere, interviste, poesie. Abbiamo voluto dare spazio alla libertà di insegnamento e alla libertà creativa delle persone per una partecipazione senza vincoli.

20072017

14 COMMENTI

  1. Il signor Veronesi forse non ha chiaro che adesso tocca alla Lega fare .
    Il signor Veronesi quando era all’opposizione non mi sembra abbia collaborato.
    Le cose a Saronno sono cosi’ e la colpa principale e’ di dice di governare ma e’ senza idee e cerca sempre di dare a colpa agli altri.

  2. “noi abbiamo un’idea aperta della cultura e non vogliamo imporre argomenti preconfezionati come ha fatto la sinistra.”

    Basta vedere quante conferenze, dibattiti, mostre, concorsi letterari, presentazioni di libri, sviluppo della biblioteca ecc. ecc. sono stati organizzati dall’assessorato alla cultura, in questi due anni.

    Un’idea talmente aperta da aver azzerato l’attività del teatro, del cinema sotto le stelle a favore della tre valli varesine o la battaglia dei cuscini, per non parlare dello sport saronnese.

  3. ahahahahahahahah

    ma se non avete ristretto la partecipazione ai concorsi, se avete pensato ai concorsi per il mondo studentesco, se avete scelto di non vincolare gli argomenti a determinati discorsi specifici, se avete pensato ai concorsi in relazione al mondo associazionistico saronnese, se non avete escluso nessun forma espressiva …
    SI PUO’ TRANQUILLAMENTE AFFERMARE,VISTO IL FALLIMENTO, CHE QUELLO CHE AVETE PROPOSTO NON INTERESSA, QUINDI NON SIETE CAPACI.

  4. Siete al governo, vi pavoneggiate di avere la maggioranza assoluta a Saronno (e lo sapete che avete vinto solo per una serie di combinazioni astrali favorevoli), ma se tutta Saronno è con voi, come mai i bandi sono stati snobbati?

    • Facile. Basta che i professori non muovano un dito, ed è noto che tra i professori il centro destra non è particolarmente amato.
      Basta che le associazioni, per larga parte di sinistra, non muovano un dito.
      Vediamo chi sono i partecipanti. Pronto a scommettere una pizza che saranno espressione apartitica o di estrazione destra.

      • Per scommettere una pizza dovrei almeno sapere chi sei! Guarda che sei forte!cmq visto che la colpa è sempre di qualcun altro non è difficile capirlo.

      • Ma se a Saronno i professori sono di sinistra, se le associazioni non sono di destra, e chi più ne ha più ne metta … ma allora le vostre proposte a chi potrebbero servire? Forse a Saronno non vanno bene nemmeno le grigliate e la Cultura può andare a farsi benedire ammesso che sappiate cosa si intende per Cultura!

      • Basta vittimismo! Iniziate a proporre qualcosa di interessante o utile e vedrete che avrete seguito. Ma se manca il contatto con la realtà della città, sarà ben difficile!

  5. Bandi senza premi in natura o ancora meglio economici verranno sempre snobbati dalle scuole che possono scegliere anche altre partecipazioni a concorsi letterari od olimpiadi scientifiche con premi.
    Cultura e Sport di solito sono un solo assessorato.
    Qui si è fatto Sport con ampio portafoglio annuo (stadio, pista d’atletica, paladozio, tre valli Varesine etc. etc.) e cultura SENZA portafoglio (nada de nada se si escludono le spese fisse per Teatro e Biblioteca) un po’ pochino.

  6. Questa arroganza é simile a quella dei capi di partito Renzi , Salvini,Grillo hanno dei seguaci che mi creano inquietudine e preoccupazione.I regimi non amano la cultura perché la critica da fastidio. Il pensare, il disobbedire,il ribellarsi non fa parte del vocabolario dei regimi. A me non piacciono i regimi, tutti i regimi.

  7. quindi secondo veronesi i professori sono al soldo del pd che boicotta i concorsi banditi dal comune di saronno e quindi gli stessi sono poco partecipati per colpa del pd che rema contro?

    …orca miseria che grande potere ha questo pd! non è che è sopravvalutato????

  8. Bisognerebbe fare un lungo esame di coscienza prima di pensare a criticare gli altri.
    (Molière)

  9. Dichiarazioni inverosimili al limite dell’imbarazzante (per il buon senso dei cittadini)

Comments are closed.