LAZZATE – Sono comparsi ieri sera i primi striscioni dei cittadini di Lazzate per “dimostrare il nostro disagio” alla notizia dell’arrivo di un numero non ancora precisato di profughi richiedenti asilo in paese. Gli slogan sono gli stessi di due anni fa, quando la cittadinanza si schierò apertamente contro la possibilità – comunque mai confermata – di posizionare una tendopoli nella vecchia piazza del mercato. Da quando la notizia ha cominciato a circolare sugli organi di stampa, su internet è inziato il tam tam per organizzare una manifestazione di protesta per questa sera. L’appuntamento è alle 21 in via Volta, davanti al cortile che sarebbe stato indicato come possibile sistemazione per i profughi in arrivo a Lazzate sotto la gestione della cooperativa D&G Research di Seveso, che lì avrebbe acquistato due appartamenti da un privato. Oltre ai cittadini è atteso anche l’arrivo delle televisioni, sempre molto attente a ciò che accade a Lazzate, considerata una delle maggiori roccaforti leghiste d’Italia.

25072017

4 COMMENTI

  1. Giusto difendersi da chi specula e guadagna su povere persone facendo finta di aiutarle

  2. Non indietreggiare difendiamo il territorio dall’avanzata rossa ormai sono alla fine….il vento sta cambiando!

Comments are closed.