CARONNO PERTUSELLA – La stagione sportiva 2017-2018 è ormai alle porte per la Società Calcistica Caronnese che ha voglia di tornare assoluta protagonista e le novità non sono poche. Il presidente Augusto Reina, come ogni anno durante la presentazione avvenuta nella mattinata di oggi, ha fissato gli obiettivi nel pieno rispetto di alcuni valori fondamentali e imprescindibili per il numero uno del club rossoblù: «Come ogni anno si riparte con grande entusiasmo visto che la Caronnese ha tutte le intenzioni di disputare una stagione di livello. L’anno passato abbiamo centrato i playoff e ci siamo confermati una grande realtà in Serie D. L’obiettivo è quello di primeggiare e tentare la scalata nei tempi giusti applicando i valori dell’etica e della lealtà sportiva che devono essere due concetti chiari a tutti i nostri giocatori e ai collaboratori. Credo fortemente in questi valori e sia che si parli di Prima squadra o di Settore giovanile i nostri ragazzi devono aver ben in mente questi punti. La Caronnese da diversi anni ha gettato delle basi solide da cui partire e sono sicuro che il nostro futuro sarà sempre più roseo visto che mi sono sempre avvalso di collaboratori competenti, seri e di qualità. Quest’anno, tra l’altro, la nostra famiglia si è allargata visto che sono entrati a far parte del nostro club nuove forze, uomini di assoluto spessore dal punto di vista umano, sportivo e dirigenziale che ben si amalgameranno con tutti noi. La Prima squadra è importante ma chi mi conosce sa quanto ci possa tenere alla Juniores Nazionale e a tutto lo sviluppo del Settore giovanile che ritengo fondamentale come fucina da cui sfornare nuovi talenti. Vorrei ringraziare anche tutti i Consiglieri che ormai mi seguono da tanti anni e a tutti i collaboratori che hanno fatto e faranno grande la Caronnese: siamo pronti per raccontarvi tante novità che crediamo possano essere di buon auspicio per il prossimo futuro».

Roberto Fici, amministratore delegato della Caronnese, ha evidenziato come l’organigramma del club rossoblù sia stato rivisto, integrato e migliorato: «Il nostro club ha voglia di crescere e di migliorarsi anno dopo anno, giorno dopo giorno. In quest’ottica abbiamo deciso di inserire all’interno del nostro gruppo due pezzi da novanta come Giuseppe Pirola che è diventato Vicepresidente con delega alla Prima squadra e alla Juniores Nazionale e Paolo Taveggia nel ruolo di direttore generale dell’area tecnica di questo settore. Paolo per diversi anni è stato uno dei punti di riferimento del Milan e del calcio italiano ed internazionale e si è già ben dimensionato ai nostri valori dando già diversi impulsi organizzativi. La Prima squadra è pronta e attrezzata per affrontare un nuovo campionato ma vorrei ribadire ed evidenziare ancora una volta quanto per noi sia importante il settore giovanile. L’anno passato abbiamo trionfato, per la prima volta nella nostra storia, nella categoria Allievi Regionali A e nella stagione 2017-2018 ci presentiamo ai nastri di partenza con ben 12 squadre del vivaio: Juniores Nazionali, Allievi regionali 2001, Allievi provinciali fascia B, Giovanissimi provinciali 2003, Giovanissimi provinciali 2004 fascia B, Esordienti 2005, Esordienti 2006, Pulcini 2007, Pulcini 2008, Pulcini 2009, Piccoli amici 2010 e Scuola calcio 2011/2012. Vorrei inoltre ricordare che quest’anno, per la presentazione della nostra stagione abbiamo scelto una location del tutto nuova, l’Agorà all’interno del comune di Caronno Pertusella ed hanno presenziato il Sindaco Marco Giudici e il Vice Sindaco e Assessore allo sport Morena Barletta, a testimonianza di come la Caronnese e il Comune siano in piena sintonia e collaborativi. Come promesso un anno fa proprio in occasione della conferenza stampa di inizio stagione sportiva stiamo finalizzando un progetto strutturale importante frutto di diversi mesi di lavoro grazie all’amministrazione comunale e al supporto di Giuseppe Pirola e Angelo Volontè che insieme a me hanno sviluppato un grandissimo lavoro con l’Amministrazione Pubblica che vedrà la luce nei prossimi mesi».

Giuseppe Pirola, nuovo Vice Presidente della Caronnese ha spiegato: «La programmazione è un aspetto fondamentale nella vita di tutti i giorni. La Caronnese, da questo punto di vista, non si è voluta far trovare impreparata ed ha puntato sul top di gamma, ovvero Paolo Taveggia, persona di grandissimo spessore ed esperienza che ci aiuterà a fare il salto di qualità. Rispetto alla passata stagione abbiamo un nuovo allenatore, Aldo Monza e anche tutto lo staff, fatta eccezione per il preparatore dei portieri Enrico Lattuada, è stato completamente rinnovato: Fabio Castellazzi metterà a disposizione la propria esperienza nelle vesti di vice allenatore mentre Marcello Orlandelli sarà il preparatore atletico. Il Team Manager della squadra è il riconfermato Fabrizio Volontè. Abbiamo rivoluzionato per intero la rosa e questo è un segnale molto forte, sinonimo di cambiamento, di nuovi stimoli. Per quanto concerne la Juniores nazionale abbiamo deciso di confermare Andrea Vecchio nel ruolo di allenatore con il supporto del nuovo vice allenatore che sarà Federico Vannini. Per quanto riguarda lo staff dirigenziale da segnalare l’arrivo del Team Manager Bruno Bianchi. Il settore medico sarà come sempre nelle mani del Dott. Franzesi e di tutti suoi collaboratori. La Segreteria sarà sempre nelle sapienti mani di Saverio Granato. La sinergia tra la prima squadra e il settore giovanile deve essere totale visto che noi puntiamo molto a questo parallelismo e ci teniamo che il tutto sia coordinato alla perfezione».

Paolo Taveggia, neo direttore generale dell’area tecnica del Settore Prima Squadra si è presentato ed ha spiegato i motivi della rivoluzione nella rosa rossoblù: «Innanzitutto sono davvero orgoglioso di essere entrato a far parte di questa Società che fa della serietà il suo pane quotidiano. Quest’anno, più che mai, vogliamo fare bene e abbiamo deciso tutti insieme di dare nuova linfa alla rosa, confermando il nostro capitano, Federico Corno, e quattro giovani che si sono ben impegnati nella passata stagione: i difensori Andrea Giudici, Andrea Galletti, il centrocampista Matteo Baldo e l’attaccante Martino Cominetti. In porta sono arrivati due ragazzi classe ’97: Alessio Gionta e Christian Maimone. Il primo proviene dall’Aurora Pro Patria ma è cresciuto nelle giovanili del Napoli, mentre il secondo arriva dall’Inveruno ma ha vestito anche le maglie di Como e Novara. In difesa sono arrivati Matteo Braccioli, classe ’98, proveniente dal Modena, Marco Costa, classe ’97, che arriva dal Monza e Enrico Marconi, classe ’99, proveniente dalla Reggiana. Importante la firma di Davide De Angeli, classe ’87, cresciuto nelle giovanili del Milan e che nell’ultima stagione ha vestito la maglia della Virtus Bergamo dopo aver registrato un curriculum importante. Negli ultimi giorni abbiamo registrato altri due nuovi arrivi: Antonio Ferrara, terzino sinistro classe ’99, proveniente dall’Agropoli e Christian Compagnoni, terzino destro, classe ’99 provenienza Pro Patria. A centrocampo abbiamo messo in atto un bel restyling con l’arrivo di ben cinque giocatori: l’esperto Jacopo Mantovani, classe ’91 e Domenico Parisi, classe ’98, provengono entrambi dal Gozzano, con il secondo che ha maturato un’esperienza a Sassuolo. Nicolò Pesce, classe ’97, arriva dal Caravaggio. Infine, Roberto Roveda, classe ’96, proviene dal Monza. Cuore dell’area di mezzo sarà il classe ’89 Gabriele Puccio che proviene dalla Folgore Caratese dopo aver militato in tante altre realtà di forte blasone. In attacco, come detto, oltre a capitano Federico Corno ormai giunto alla sua nona stagione in rossoblù e a Martino Cominetti, giovane riconfermato dalla scorsa stagione i nuovi arrivi sono rappresentati da Michele Villanova, centravanti classe ’93 che arriva dal Legnago e Marco Massaro, classe ’89, proveniente dalla Folgore Caratese e in precedenza a Gozzano e Sporting Bellinzago. Stiamo lavorando per inserire in rosa Mourokou Ferras Bamba, l’anno scorso alla Pontenurese e in precedenza all’estero ma anche alla Pro Settimo e al Piacenza e Hanson Tamba Boakai, in precedenza al Landskrona e al’Edmonton, sul quale però stiamo capendo le tempistiche per l’ottenimento del permesso di soggiorno».

Il nuovo allenatore della Caronnese Aldo Monza ha le idee chiare e ha parlato degli obiettivi della stagione che deve ancora iniziare: «La Caronnese è un’opportunità importante per un allenatore. Questa Società mi ha dimostrato fiducia e io voglio ripagarla con i risultati. Il progetto c’è e la squadra pure, possiamo fare grandi cose insieme con il lavoro e tanta umiltà. La squadra è stata rivoluzionata rispetto al passato e toccherà a me e ai miei collaboratori plasmarla e creare un gruppo forte e coeso che possa arrivare alla vittoria e alla conquista dei traguardi che ci siamo prefissati. Stiamo lavorando con grande volontà: sappiamo che avremo bisogno di tempo per rodare le squadra viste le tante nuove entrate ma crediamo molto nelle nostre potenzialità e ce la metteremo tutta per far bene».

Già ufficializzate alcune amichevoli e tornei: il 5 agosto alle 17 i rossoblù incontreranno la Pro Patria presso lo Stadio Speroni di Busto Arsizio; il 9 agosto Mister Monza & Co saranno ospiti del Milan a Storo alle 17.30 dove giocheranno con la Primavera rossonera. Il 13 agosto i caronnesi parteciperanno dalle ore 16 ad un triangolare con Pro Sesto e Seregno sul campo di quest’ultimo.

31072017

3 COMMENTI

  1. In bocca al lupo!! Io voglio crederci ancora al grande sogno della serie C anche se i ragazzi bravi delle passate stagioni non ci sono più! Grande coraggio al capitano che è rimasto!!

    • Sig. Caronnese,
      fa bene ad essere ottimista, il pessimismo non serve a nessuno!
      Si deve però ricordare che il 20.07.2016 (poco più di un anno fa), a proposito della rinuncia della Caronnese alla Lega Pro, su ilSaronno si leggeva il comunicato della Società: “Abbiamo approvato un piano pluriennale di sviluppo…e di raggiungere l’ambito obiettivo (Lega Pro/Serie C) già alla fine di questa stagione sportiva (2016/17)”.Questo purtroppo non si è verificato.
      Si deve anche ricordare che lo scorso anno la squadra era entrata di diritto in Lega Pro quale vincitrice del girone A della Serie D (dopo la rinuncia del Bellinzago)…la questione temporanea del campo, a mio modesto parere, poteva essere superata.
      In bocca al lupo!!! (mi sono permesso mettere un punto esclamativo in più).
      Saluti.

      • c’e lo stadio a Saronno … e non solo, ci sono anche i tifosi … che a Caronno mancano, ma i rossoblu fanno di testa loro… e la D basta e avanza..

Comments are closed.