UBOLDO – Nuovi orizzonti per i vent’anni di Adr in Polonia, l’azienda della famiglia Radrizzani con sede principale ad Uboldo. L’azienda si occupa della produzione di assali per macchine agricole e conta 1300 dipendenti ed un fatturato di 240 milioni di euro. La società guarda adesso con sempre maggiore interessa alla Polonia, dove già dispone di uno stabilimento dove ora si contano 500 addetti ma l’Adr pensa adesso di raddoppiare, in fase di valutazione c’è infatti la costruzione di un ulteriore seppur più piccolo stabilimento sempre in terra polacca ma valutazioni sono in corso anche per quanto riguarda altri Paesi come Ucraina, Serbia e Bielorussia.

Il tutto ribadendo il massimo interesse per il mercato polacco, che apre anche verso quelli dell’est, dalla Russia sino ad arrivare in Cina. Insomma. prospettive che la Adr non intende lasciarsi “scappare” nel prossimo futuro.

(nella foto d’archivio i dirigenti della uboldese Adr con l’allora presidente francese Francois Hollande)

30082017