CISLAGO – Ieri, i carabinieri della stazione di Cislago hanno arrestato un 27enne del posto, già noto alle forze dell’ordine, per rapina aggravata.

Alle 9 la titolare di una centralissima tabaccheria del paese ha visto entrare nel proprio esercizio commerciale un giovane armato di chiave inglese, che con atteggiamento minaccioso e aggressivo, senza lasciarle neanche il tempo di realizzare cosa stesse accadendo, si è fatto consegnare il denaro della cassa.

L’uomo brandiva il pesante strumento in ferro, facendole intendere che le avrebbe rotto la testa se non avesse fatto subito ciò che le aveva ordinato. Per questo motivo l’esercente non ha esitato, consegnando al malvivente quanto racimolato ossia qualche centinaio di euro. L’uomo si è dato alla fuga.

La donna, scossa,ha immediatamente chiamato i carabinieri, che si sono precipitati sul posto raccogliendo le prime informaziogni. Determinante è stata la testimonianza di un cliente, che lo ha descritto con precisione. Poco hanno impiegato gli operatori a precipitarsi in casa del presunto colpevole, dove lo hanno raggiunto e trovato in possesso della refurtiva che ancora non aveva avuto il tempo di nascondere.

Con una perquisizione sono state rinvenute anche la chiave inglese utilizzata per compiere la rapina e la felpa che indossava durante la rapina. Visti gli elementi raccolti i carabinieri hanno dichiarato in arresto il 27enne, successivamente tradotto al carcere di Busto Arsizio.