SARONNO – Sabato 30 dettembre e domenica 1 ottobre la sezione cittadina della Lega Nord è scesa in piazza, con i propri militanti e simpatizzanti, al fine di sostenere il referendum per l’autonomia della Lombardia, previsto per il 22 ottobre.”Sono stati molti i cittadini che si sono fermati al nostro gazebo per chiedere e per ritirare il materiale informativo e per esprimere il proprio parere sul tema referendario. Pertanto esprimo grande soddisfazione da parte nostra per l’ottima riuscita della due giorni che ha visto venire a farci visita, oltre al sindaco Alessandro Fagioli ed alcuni assessori, anche il consigliere regionale Emanuele Monti” ricorda il segretario locale del Carroccio, Claudio Sala.

Entrando nel merito del referendum, prosegue Sala “si tratta di una consultazione, approvata dal Consiglio regionale, per chiedere ai cittadini della Lombardia se desiderano per la nostra Regione maggiore autonomia e più risorse da trattenere sul territorio. Lo scopo è di rendere la Lombardia simile alle regioni a Statuto speciale, per trattenere sul territorio le risorse prodotte dai cittadini lombardi al fine di abbassare le tasse e garantire servizi ancora migliori. Le urne saranno aperte domenica 22 ottobre 2017 dalle 7 alle 23. In questo tipo di referendum non è previsto un quorum, cioè un numero minimo di votanti affinché il referendum sia valido. Se supportata dal voto di milioni di lombardi, la richiesta di maggiore autonomia acquisterà un peso maggiore, per cui lo Stato centrale non potrà ignorare la volontà di milioni di cittadini nelle trattative con la Regione Lombardia per definire i termini dell’autonomia e la quantità di risorse in più da trattenere sul nostro territorio”. Conclude il segretario:”Non è il referendum della Lega Nord, ma è il referendum di tutti i cittadini che abitano e lavorano in Lombardia; infatti la richiesta di indizione del referendum è stata votata sia della maggioranza che da una parte dell’opposizione in consiglio regionale. La sezione del carroccio saronnese è inoltre a sostegno del Comitato per il Sì degli amministratori locali della provincia di Varese, ed invita tutti i saronnesi a partecipare all’incontro organizzato dal Comitato, previsto mercoledì 4 ottobre alle 21, all’auditorium “Aldo Moro” in viale Santuario 13. Siamo sicuri che sarà un momento di grande condivisione e confronto per tutti, al fine di ricevere le informazioni necessarie per affrontare questo referendum”.

03102017

4 COMMENTI

  1. devono sperare di avere un numero di votanti significativo, diciamo attorno al 40%, altrimenti sarà un fallimento e qualcuno chiederà conto al governatore dei milioni di euro spesi.

    Nel caso arrivassero attorno al 20% (cosa non improbabile) devono dichiarare fallimento.

Comments are closed.