SARONNO – E’ partito il countdown per la terza scadenza per l’apertura della tangenzialina, opera connessa a Pedemontana, che unirà Ceriano Laghetto a Rovello Porro. La nuova arteria, infatti, è pronta con tanto di segnaletica orizzontale e verticale già dalla scorsa estate. La prima scadenza, indicata per la sua apertura, era quella del 24 luglio. In realtà malgrado il cantiere fosse ormai ultimato era stato necessario rinviare l’apertura alle auto per la mancanza dei nullaosta delle province di Varese, Como e Monza.

L’idea era quella di aprire prima dell’inizio dell’anno scolastico ma anche la data del 12 settembre è passata senza che le barriere jersey di plastica bianca e rossa fossero rimosse. Ancora problemi burocratici l’ostacolo. Una decina di giorni fa una riunione al centro operativo di Pedemontana a Lazzate avrebbe definito, alla presenza dell’assessore ai Lavori pubblici Dario Lonardoni, la nuova data di scadenza per mercoledì 4 ottobre.

Come mai tanto interessa a Saronno per il nuovo collegamento? Semplice la tangenzialina potrebbe essere l’attesa panacea per i problemi legati al traffico di attraversamento della frazione della Cassina Ferrara.

(una foto della tangenzialina di Edio Bison)

03102017

12 COMMENTI

  1. a occhio e croce visto che i jersey di cemento sono ancora al loro posto…risalta un’altra volta per buona pace di una amministrazione che non sa pestare i piedi ma è suddita di una società in fallimento…

    • se non sai neanche di cosa stai parlando non scrivere che fai una figura migliore!!! Se è ancora chiusa è per la mancanza delle autorizzazioni delle varie province coinvolte, al momento ne manca ancora una

      • Eh no caro ti sbagli tu le convenzioni son ben firmate una presenza più ardita del comune porterebbe a qualcosa…ma sono senza nervo…

  2. Ma se tutti dite che non serve la pedemontana ora perché ve la prendete che non apre la bretella che da Saronno porta a Rovellasca?

    • Perchè quella serve. Il suo progetto (della tangenziale Est di Saronno, per dare respiro alla Cassina Ferrara) risale a 40 anni fa circa, ben prima che la Lega facesse nascere il progetto Pedemontana attuale per Malpensa e Varese (allora la pedemontana avrebbe dovuto unire con un’autostrada Varese a Como e forse Lecco quindi Saronno non c’entrava niente)

      • Come mai non è stata fatta 40 anni fa?
        Ora tutti a pretendere e soprattutto tutto gratis…

  3. La bretella serve molto piu’ della Pedemontana stessa perche’ devierebbe tutto il traffico che dalla Saronno – Monza transita ora da Saronno e sopratutto dalla Cassina Ferrara per arrivare a Rovello e Rovellasca.. Si migliorerà sia in inquinamento che in sicurezza in una strada al momento caotica e pericolosa.
    Ma come al solito..la burocrazia ci mette sempre lo zampino..e per una firma mancante anche oggi non si è aperto nulla!!

  4. Se fosse gratis la pedemontana sarebbe una delle strade piu trafficate della nostra zona….bisogna sperare solo che la finiscano!

Comments are closed.