SARONNO – Non c’è praticamente mai storia nel derby di Serie C Gold tra Saronno e Cisalgo: la iMO parte forte e per il Cistellum non c’è nulla da fare. La sparatoria comincia subito nel primo quarto: Gurioli e Politi segnano sempre, che sia dalla distanza nel caso dell’ala (22 alla fine con 4/5 da tre)) o dai liberi nel caso del centro (14+9 in 20 minuti di gioco), le percentuali sono imbarazzantemente a favore dei padroni di casa che indirizzano la pratica Cislago verso una soluzione positiva già nel primo quarto che finisce 23-8. Unica nota negativa per i colori di casa l’infortunio di Novati a metà periodo, un problema al polpaccio da valutare in settimana che rischia di tenere fuori a lungo il playmaker titolare della Robur. Nella partita la iMO non subisce nessun contraccolpo e chiude a +20 il primo tempo, ma alla lunga potrebbe essere una problematica con cui fare i conti vista la concomitante assenza di Mariani. Coach Renato Biffi ci prova con la zona, ma De Piccoli sistema subito le cose con tre canestri consecutivi e la partita è messa in ghiacchio. Nel secondo tempo si va in totale controllo per la squadra di coach Massimo Bianchi che raggiunge ampiamente il +30 e segna la prima vittoria stagionale. Dall’altra parte il Cistellum chiude con 3/19 da oltre l’arco, una quindicina di rimbalzi in meno e il solo Grampa in doppia cifra. Prossimo impegno per la iMO Robur Basket Saronno la casalinga di sabato alle 21 al PalaRonchi con Mortara.

“La prestazione – spiega Massimo Bianchi – è stata convinta sin dai primi minuti. Abbiamo giocato bene ed eseguito il piano partita sin dal primo quarto, senza farci venire ansie e continuando ad attaccare con profitto. Unica nota stonata l’infortunio di Novati che rischia di privarci di un elemento fondamentale per la nostra squadra per diverso tempo. Ora ci aspetta Mortara, giocheremo ancora al PalaRonchi dove abbiamo già lasciato passare una squadra una volta (Milano3 alla prima di campionato, ndr) ed è fin troppo. Da qua, dal nostro parquet di casa, non deve passare più nessuno”.

“Non sono certo queste le partite per cui passano gli obbiettivi del nostro campionato, ma ci sono sconfitte e sconfitte- chiosa Renato Bianchi – oggi i miei non ci hanno nemmeno provato, sono entrati in campo con un atteggiamento sbagliato. Certo, abbiamo enormi difficoltà a segnare e dobbiamo cercare soluzioni, ma in difesa dobbiamo metterci il doppio dell’intensità se vogliamo competere. Adesso il calendario s’impenna e vogliamo farci trovare pronti”.

Le stats complete del match