SARONNO – Adesso è ufficiale: una parte del cimitero comunale sarà destinata ai feti abortivi. L’accordo che è stato stipulato ieri tra il Comune di Saronno e l’associazione “Difendere la vita con Maria”.

“La Regione Lombardia – afferma l’assessore Gianangelo Tosi – è stata una delle prime in tutta Italia a legiferare in materia. Quando si sono presentati da me i volontari spiegandomi il senso dell’iniziativa, non ho avuto dubbi nel dare il mio e, ovviamente da parte dell’amministrazione comunale il nostro assenso al progetto. Abbiamo accolto con entusiasmo lo spirito che anima questa cosa, ci siamo così attivati per trovare uno spazio, all’interno del cimitero cittadino, dove saranno tumulati i feti abortivi secondo le disposizioni che abbiamo concordato”.

In sostanza, parte del campo 12 bis sarà appunto dedicato alle tumulazioni dei feti abortivi, siano essi spontanei o voluti.

Ogni mese ci sarà una piccola cerimonia, alla presenza di un sacerdote, al termine della quale saranno interrati i feti raccolti in apposite scatole di colore bianco. Ci sarà anche un cippo dove sarà indicata la data della sepoltura.

“Sappiamo che molto spesso si tratta di una decisione difficile – afferma don Maurizio Gagliardini, presidente dell’associazione “Difendere la vita con Maria”, che assieme al responsabile locale Luigi Rimoldi ha firmato il protocollo di accordo – i genitori hanno 24 ore di tempo per scegliere cosa fare, dopo questa tempistica interveniamo noi. Eticamente pensiamo che sia comunque in individuo che abbia avuto diritto alla vita, comunque le cose siano andate e proprio per questo, una volta superati i termini di legge, ci occupiamo della sepoltura di questi feti, che altrimenti finirebbero nei rifiuti organici ospedalieri. E’ una maniera per dare loro la dignità che meritano”.

18102017

7 COMMENTI

  1. Una ennesima prova di quanto siano inutili..pur di raccattare due voti. Ma a chi interessa?? Quanti funerali vedremo Mai?

    • Sa che i feti abortiti finiscono nei rifiuti speciali ospedalieri nella migliore delle ipotesi nell’inceneritore? Se ci muore il criceto lo seppelliamo in giardino dentro a una scatola magari . Ci sono stati e se ne faranno di funerali per i feti abortiti malgrado opinioni contrarie

  2. Pienamente d’accordo con la decisione dell’ assessore e dell’ amministrazione, che va al di là della questione dell’aborto e si risolve in un gesto di pietà umana e cristiana.

  3. Per coerenza con ” lo spirito che anima questa cosa” (cosa?? Non ha saputo trovare un termine migliore per definirla?) l’assessore, o chi per l’amministrazione, presenziera’ a queste cerimonie?

Comments are closed.