SARONNO – Di rimonta, contro una diretta concorrente per i playoff. La Imo Robur Basket Saronno centra la terza vittoria in campionato, la seconda consecutiva, contro il Team Battaglia Mortara, squadra attrezzata e competente per la seconda parte di stagione. A spiccare all’inizio sono le assenze: da un lato, quello saronnese, mancano il playmaker Lorenzo Novati e l’esterno Giacomo Mariani (si rivedranno entrambi fra un mese), mentre dall’altro il grande assente è il miglior giocatore a disposizione di coach Zanellati, la guardia Nicolò Cattaneo. Ciò nonostante Mortara parte fortissimo soprattutto grazie alla pressione portata da Dronjak sul giovane Banfi, chiamato a sostituire Novati nel portare palla. In breve gli ospiti trovano anche la doppia cifra di vantaggio, ma contestualmente iniziano a caricarsi di falli. In casa Robur Politi e Gurioli fanno la voce grossa vicino a canestro e il primo parziale si chiude 21-27. Nel secondo la Robur sembra ricucire, ma Mortara è strepitosa dall’arco con Bossi e Mezza (8 punti e 2/3 dall’arco alla prima partita giocata) e va al riposo con 46 punti segnati e ben 13 lunghezze di vantaggio.

Va da sé che per vincere Saronno ha bisogno di più intensità in difesa e infatti così accade con un 10-0 nei primi cinque minuti di terzo quarto, soprattutto grazie all’ingresso di De Piccoli che è decisivo in attacco con 8 punti e in difesa con 8 rimbalzi. Sotto il canestro avversario Politi (24+11 alla fine, con i primi 3 liberi sbagliati della sua stagione dopo una striscia di 25 a segno consecutivamente) diventa inarrestabile e costringe la difesa lomellina a caricarsi di falli. Pontisso esce per il quinto e anche Ferretti farà la stessa fine. Al 35′ la Robur riaggancia la parità a quota 61 e da lì, nonostante uno Sprude eccezionale nei minuti che contano, non mollerà più la testa. Un paio di canestri di Cacciani contro la zona e il solito Politi dalla lunetta chiudono il match sul 71-65. E’ la vittoria della costanza e della rimonta, con Saronno che ha saputo aspettare la partita e svoltare quando necessario. Per Mortara roster corto e problemi di falli hanno complicato l’assunto. Prossimo incontro, la trasferta di Nerviano domenica 29 alle 18.

(foto: alcune fasi del match)

23102017