SARONNO – Lo slogan contro i fascisti ma anche quello contro le forze dell’ordine: domenica i due murales realizzati dagli anarchici del centro sociale Telos in via Varese sono tornati ad essere visibili malgrado il tentativo dell’Amministrazione del sindaco Alessandro Fagioli di cancellarli immediatamente.

I giovani anarchici si sono messi all’opera nella tarda mattinata di sabato e, dopo un volantinaggio davanti alle scuole, hanno realizzato due maxi murales, uno all’angolo tra via Varese e via Luinetti e uno nella porzione di muro successiva lungo via Varese.

Alle 13,30 gli anarchici si sono allontanati per organizzare il presidio in piazza Portici ed è stato in quel momento che è intervenuta l’Amministrazione comunale. Dopo un sopralluogo è arrivato sul posto un operaio comunale ha verniciato di bianco i due muri. L’intervento è finito intorno alle 16 ed intorno alle 20 ha iniziato a piovere.

Domenica mattina il risultato era ben visibile. Il marciapiede sporco di vernice bianca e le due scritte ben visibili tanto da suscitare, soprattutto quella offensiva nei confronti delle forze dell’ordine, lo sdegno dei fedeli diretti a messa al Santuario o al voto nel seggio dell’Aldo Moro.

Sulla vicenda il sindaco Alessandro Fagioli è intervenuto durante la cerimonia della Ciocchina annunciato di voler denunciare gli anarchici per minacce.

10 COMMENTI

  1. BASTAAA TELOOOS! Vadano a lavorare (loro) e smettete di parlare delle loro malefatte! I delinquenti puntano proprio a quello!

  2. Sarà che una mano di tempera bianca, quando asciutta, non è in grado di coprire dei colori sgargianti?
    Ennesima notizia creata ad arte pro bravi-ragazzi.

  3. in realtà anche ieri intorno alle 5 era ancora visibile, una mano di bianco non copre granché

  4. Provare con i tablet di Maroni ?
    Visto il risultato al Referendum, magari a grattare via la vernice invece funzionano bene

  5. Bravi signor Fagioli,
    mi raccomando copra tutti i graffiti antifascisti; quelli inneggianti a Mussolini, contro i partigiani e tutto il resto, rimangano lì in bella vista

  6. la fortuna dei telos e che in itaglia siamo troppo democratici.scrivete fin quando ve lo concederanno.li manderei tutti in venezuela da maduro li si che finirebbero di rompere le scatole.

Comments are closed.