SARONNO / CERIANO LAGHETTO – Aperta in sordina ormai da qualche giorno, sono tanti gli automobilisti che hanno imparato a conoscere o stanno famigliarizzando con la tangenziale esterna di Saronno, che non ha ancora un nome ma che è davvero utile per spostarsi rapidamente in periferia, evitando la congestionata via Miola e via Larga a Cassina Ferrara. L’arteria parte dalla periferia di Ceriano Laghetto e passando dalla campagna saronnese arriva a Rovello Porro-Cogliate.

Per un ideale “taglio del nastro” c’è andato il sindaco di Ceriano Laghetto, Dante Cattaneo, che nei mesi scorsi si era battuto per la sua apertura. I lavori, si trattava di opere connesse all’autostrada Pedemontana, si erano conclusi in estate ma era rimasta chiusa per questioni burocratiche.“Finalmente! E’ stata aperta, dopo mesi di attesa, la nuova strada provinciale Ceriano-Bregnano. Visto il sacrificio dato in termini di territorio agricolo, l’auspicio è che liberi i centri abitati dei Comuni delle Alte Groane dal traffico pesante” rimarca Cattaneo.

28102017

6 COMMENTI

  1. Ma cosa volete che liberi? Nuove strade, nuovo traffico.
    Abbiamo un’emergenza assurda che si chiama inquinamento atmosferico e qui continuamo a distruggere aree verdi e agricole per fare nuove strade. La vera grande scommessa è ridurre i veicoli circolanti, dando ai pendolari treni puntuali, capienti ed efficienti, con parcheggi di corrispondenza sicuri. Dando alternative all’uso dell’auto a chi ouò farne a meno, ma no, si continua a investire nelle strade.

  2. La reale utilità di questa tangenzialina si scoprirà nei prossimi anni, se verranno urbanizzate per far cassa le aree adiacenti con conseguente suo intasamento o se le aree verranno lasciate così come sono.
    Le aree adiacenti devono essere lasciate agricole e non devono essere introdotti nuovi incroci o immissioni

  3. AH! hanno devastato la campagna? ma va!
    Cattaneo Dante ma sei riuscito ad accorgertene?? come mai, starai mica migliorando…
    Erano le ultime campagne del saronnese e il comune di Ceriano si vantava di aver preservato il territorio, si diceva a Ceriano il 30% di case, il 30% di boschi e il 30% di campagna.
    E adesso? Cattaneo Dante, bisogna rifare le percentuali sai? sguinzaglia i tuoi sottoposti e facci sapere quanta campagna è rimasta nella verde Ceriano.

  4. La faccio tutti i giorni ed è comodissima. Meno male, un’opera finalmente davvero utile!

Comments are closed.