Home Città Demolizione ponticelli: Comune avanti tutta. Ma in silenzio.

Demolizione ponticelli: Comune avanti tutta. Ma in silenzio.

1862
46

SARONNO- Nessun commento alla mobilitazione di cittadini e associazioni ma azioni precise per portare avanti l’abbattimento dei due ponticelli di via Filippo Reina e via Don Monza.

Nella giornata di ieri il centralino della polizia locale è stato preso s’assalto da residenti ed automobilisti ansiosi di avere informazioni sulle chiusure delle due arterie. Nella giornata di martedì, infatti, sono stati posizionati dei cartelli da parte di una squadra di operai che annunciano 40 giorni di chiusura della zona.

I saronnesi hanno chiamato soprattutto per avere informazioni sulla chiusura delle due arterie da lunedì 6 novembre. Ed effettivamente è stata emessa dalla polizia locale un’ordinanza con divieti di sosta e accesso nell’intero quartiere.  

Ma non solo. Oggi pomeriggio l’intervento di abbattimento dei ponticelli è stato al centro della riunione della commissione paesaggio. Insomma malgrado la mobilitazione dei cittadini (con la richiesta di consiglio comunale aperto, petizione online e camminata sui binari) l’Amministrazione procede verso l’abbattimento dei due ponticelli che dovrebbe partire della giornata di lunedì.

46 COMMENTI

  1. L’attuale amministrazione è giunta a metà mandato. Da quello che mi è sembrato di capire, in questi due anni e mezzo, è che gli amministratori saronnesi si sentano i PADRONI della città, non coscienti del fatto che il mandato ad AMMINISTRARE da loro ricevuto riguardava l’attuazione del programma elettorale.
    Il loro programma non prevedeva tale DEVASTANTE PROGETTO, che merita sicuramente un confronto in un Consiglio Comunale aperto, ricordando che i ponticelli saranno di proprietà di FNM, ma insistono su suolo pubblico.
    Poi, l’area non necessita comunque di preventiva bonifica?
    I manifesti della Lega di anni fa così si esprimevano: “…lombardo paga e TACI”. È quello che vogliono ora dai Saronnesi gli attuali amministratori? Spero che il nuovo motto non sia “Viva la ruspa”.

  2. dai che secondo Veronesi questo articolo è “una bugia e una bufala” …mi aspetto una replica da parte del giornale.

  3. avanti tutta in silenzio,si ma anche in completa sordita visto che non si voglia sentire la richiesta di un confronto (senza voler travolgere nulla) democratico tra le varie visioni su un tema che riguarda tutti i cittadini coinvolti di qualunque credo politico a cui fanno riferimento.EVVIVA LA DEMOCRAZIA.

  4. Se magari imparaste anche a contare non sarebbe poi così tanto male…. 6/11-7/12 i giorni sono 30 a meno che non abbiano allungato il mese di novembre a 40gg…. ora censurate anche questa critica!!

  5. C’è anche una petizione on-line per appoggiare la decisione a procedere con la demolizione. Sono sicuro che la maggior parte dei residenti sia contenta di non rischiare più la vita in quelle strettoie. L’amministrazione comunale ha sempre ricevuto lamentele sulla sicurezza in quei punti.

    • Ha ragione “Mr. D” tra l’altro con enorme suo dispiacere devo dire che al momento ha riscosso un successone, questi i dati:
      “Avanti tutta nello sbancamento della ex ferrovia Saronno-Seregno”: 12 firmatari (tutti residenti a Saronno e reali)
      “Ferma la demolizione della storica massicciata ferroviaria ex Saronno-Seregno” : 1.926 firmatari (considerati tutti falsi!!)

      L’affermazione “la maggior parte dei residenti” e “l’amministrazione comunale ha sempre ricevuto lamentele” numericamente è pari ai firmatari della petizione che sta citando? o qualcosa in più…? Sa la domanda è provocatoria ma mi serve per farsi un’idea del pericolo a cui quotidianamente sono stato sottoposto senza curarmi di viaggiare con accurati dispositivi di protezione individuale al fine di tutelare la mia persona…
      PS: questo si che è un messaggio polemico…ma sinceramente mi sono stancato del qualunquismo!
      PS 2.: ma lei che parla “anonimamente” almeno è residente del quartiere o si sta facendo portatore di interessi altrui?

      • Sono residente del quartiere. Passo tutti i giorni a piedi dalla strettoia di via D. Alighieri, se vuole possiamo incontrarci. Sul numero di persone pro e contro non posso rispondere perchè non ho dati empirici. Parlo solo a nome delle molte persone che non si sentono sicure a passare in quelle strettoie.

      • Caro novellatore io sono Gabriele D’Annunzio e voglio lo sbancamento.

    • Ma che cosa sta scrivendo?!
      Che rischiare la vita e rischiare la vita? Vivo nel quartiere e non ho MAI visto nessun incidente o altro sotto quei due ponticelli. Però, a quanto pare, sono i 3 metri del demonio: potrebbe illuminarmi sui numerosissimi fatti di cronaca dei numerosissimi incidenti sotto quei ponti? Immagino non saprà rispondere.
      Comunque se per incidente intendiamo “aspettare 4 secondi delle nostra vita” per far passare auto/pedone/bicicletta/altro, beh, direi che non ci siamo.

  6. E intanto il teatro va malissimo, e l’asilo della Cassina Ferrara è in grave difficoltà per il taglio dei fondi comunali attuato dalla giunta Fagioli, e la pista ciclabile prevista cancellata in stile dittatoriale.
    Speriamo finiscano presto questi 5 anni da incubo.

  7. E’ nostro diritto avere informazioni. Non trovo uno straccio di indicazione da parte del Comune. E se telefoni ti rimbalzano.

  8. ma si abbattete; perché lasciare quei due ricordi di una Saronno antica? perché permettere che angoli di bel paesaggio disturbino la complessità della Bruttura Generalizzata? qualche saronnese non gradisce? non date peso; sono i soliti sarunatt, adesso contiamo solo noi, noi che veniamo da fuori, noi che di Saronno ce ne frega un c…, noi che di Saronno abbiamo scordato tutto, noi siamo il futuro, noi e i Telos, non badate alle apparenze, in verità noi e i Telos siamo uguali, noi in Comune, loro nelle strade, uniti nel degradare la città, nell’odio alla Bellezza, noi e i nostri fratelli Telos saremo qui per sempre, marciamo divisi ma per colpire uniti tutto ciò che è Bellezza e armonia,

    • allora vai cortesemente a pulire la sporcizia che hanno lasciato i tuoi fratelli in Via Miola

      • Scusa, ma allora non hai capito, noi che prendiamo le decisioni per tutti voi siamo i segreti alleati del Telos e assieme a loro operiamo per il degrado generale della città e a favore della bruttezza; quella sporcizia di cui parli è uno dei tanti successi della joint venture; ci siamo solo divisi i compiti: i Telos vonciano i muri e sporcano per terra, noi, in camicia e giacca, cementifichiamo la città, buttiamo giù due ponticelli che non davano fastidio a nessuno e facciamo strade che non servono; la Bruttezza trionferà e sarà pilu per tutti!

  9. E’ veramente penoso leggere le critiche inconsistenti di persone che di professione fanno solamente gli oppositori dell’attuale Amministrazione.
    Sono convinto che, a lavori ultimati, saranno numerosissime le persone che gradiranno la soluzione scelta. Particolarmente soddisfatti saranno, sopratutto, tutti gli abitanti della zona.

    • Giustamente ognuno può avere una sua opinione, chi favorevole o contrario, però sarebbe anche opportuno far vedere i prospetti di quello che sarà il futuro dell’area.
      Alla fine dopo tanto penare, qualcosa è saltato fuori (e mi chiedo, ci voleva tutto sto tempo? Non si poteva rispondere subito e metterli subito a disposizione?). Che fatica a comunicare ai … cittadini, ovvero a chi un’amministrazione deve rappresentare e rendere sempre conto.
      Detto questo anche dai progetti presentati, in realtà non si capisce molto, perché non ci sono rendering o altro, ci sono solo indicazioni e passaggi.
      RInnovo l’invito, non sarebbe opportuno fare vedere chiaramente, informare chiaramente tutti i cittadini di cosa ne sarà dell’area? Ricordarsi sempre che gli amministratori sono lì per lavorare per i cittadini, se i cittadini chiedono è giusto rispondere (poi magari la risposta non piacerà a tutti, ma questo è inevitabile, ma almeno è stata data una risposta). Questo è l’ABC dell’amministrazione pubblica.
      Non mettetela sempre in caciara politica. Molti firmatari di quella petizione sono semplici cittadini che vogliono essere informati. Tutto qui.

      • il problema sta proprio nell’ABC. Non ci resta che fare il conto alla rovescia per le prossime elezioni…e magari in quell’occasione, forse, capiranno il significato dell’ABC..

    • Io sono abitante della zona da 40 anni e sono molto inc… pr quello che ha scritto.

  10. apriamo altri supermercati in modo da avere le casse piene di oneri… vigili con moto degne di andare in autostrada ma non di districarsi nel traffico paesano di saronno… propongo autovelox, VERO, in via san Giuseppe tarato a 70 km/h vedrete che introiti!!! e multe a chi tutti i giorni alle 16.15 parcheggia sulla aiuola davanti all’ arcivescovile ecc.

  11. Coloro i quali criticano probabilmente sono gli stessi che non volevano il sistema di rotonde all’uscita dell’autostrada di Saronno e che poi però hanno goduto come gli altri dei benefici, della fluidità del traffico e della riduzione del rischio di rimanere in coda in corsia di emergenza.
    Esorto tutti a scrollarsi di dosso le prese di posizione a prescindere: i “ponticelli” sono oggettivamente pericolosi e inutili, sono stati in piedi anche troppo dalla dismissione della linea ferroviaria.
    Avanti così in silenzio ma con risultati

    • Sarei curioso di sapere chi non voleva le rotonde, davvero.

      Comunque a prescindere dalla questione ponticelli, ci sono migliaia di cittadini che voglio semplicemente capire e vedere come sarà il progetto e questo mi sembra doveroso.
      Quindi, no, non si può andare avanti in silenzio.
      Chi amministra, amministra per conto di tutti i cittadini e se alcuni chiedono di poter avere informazioni, le devono avere. Gli amministratori sono dipendenti dei cittadini.
      Poi ovviamente ognuno avrà la sua opinione, ma cosa ci voleva semplicemente a pubblicare il progetto. Ora qualcosa finalmente è cominciato a venir fuori (e tuttora ripeto cosa ci voleva a tirarlo fuori), ma di fatto manca un rendering, un’idea su come sarà effettivamente l’area. Ci sono solo indicazioni scritte. Non si chiede la luna, solo poter vedere quella che sarà l’evoluzione del progetto e dell’area, un’area ricordiamola pubblica ad uso pubblico per un progetto pubblico gestito da amministratori pubblici.

      • Anni fa esisteva un “blog” “forum”di Saronno, in occasione dell’inizio lavori del sistema rotonde era piena, come oggi, di persone che contestavano per “motivi ambientalistici” l’intervento.

  12. Durante i Consigli Comunali aperti al pubblico, regolarmente assente, il progetto riferito al “tronco dismesso” è già stato discusso e TUTTI i consiglieri eletti quindi, ne sono certamente al corrente da molto tempo.
    Addirittura il progetto è stato discusso durante una riunione, anch’essa aperta al pubblico, presso la sala dell’Aldo Moro.
    Chiunque fosse interessato a sapere cosa viene realizzato, deve presenziare alle riunioni comunali.
    Le riunioni sono addirittura trasmesse via radio.

    • Ilsaronno.it
      Presentazione della ciclometropolitana saronnese all’Aldo Moro del 23/2/2017
      Ore 23:31
      Lonardoni: “Non c’è il progetto ci sono le linee guida”

      … ecco perché non viene presentato ai cittadini!

      • sono talmente confusi che non sanno distinguere linee-guida, proposte, progetti: sono dei dilettanti, come già ampiamente dimostrato in questi due anni: che forse i tablet delle elezioni potevano servire a loro e non alle scuole???

  13. Ma la Commissione Paesaggio cosa fa? Esiste ancora?
    Se i cittadini si mobilitano ed hanno tutti i diritti per farlo l’amministrazione deve fornire informazioni precise. E’ quello che si chiama democrazia.
    Questa demolizione e’ uno scempio in una citta’ gia’ selvaggiamente saccheggiata.
    Consiglio comunale aperto, dibattiti pubblici, conferenze con esperti del riuso delle ex ferrovie, …. perche’ in tutta Italia i vecchi sedimi ferroviari si riutilizzano per piste ciclabili e parchi lineari. Perche’ non a Saronno? Si chiede troppo?

  14. Ma che cosa sta scrivendo?!
    Che rischiare la vita e rischiare la vita? Vivo nel quartiere e non ho MAI visto nessun incidente o altro sotto quei due ponticelli. Però, a quanto pare, sono i 3 metri del demonio: potrebbe illuminarmi sui numerosissimi fatti di cronaca dei numerosissimi incidenti sotto quei ponti? Immagino non saprà rispondere.
    Comunque se per incidente intendiamo “aspettare 4 secondi delle nostra vita” per far passare auto/pedone/bicicletta/altro, beh, direi che non ci siamo.

  15. Cari Sinistri, ma siete proprio forti, non avete mai fatto nulla, solo disastri che stiamo subendo da anni per colpa vostra, fate veramente pena, continuate a denigrare la Lega, il Sindaco ed io che sono di sinistra mi vergogno per quello che scrivete. La sinistra vera non si comporta così, o meglio non si comportava così, aveva idee, sviluppava progetti, voi solo parole, parole, parole. Fagioli non si sta comportando male anche se non sono della sua idea politica, meglio di quello che avete fatto voi, la mia sinistra si vergogna non collima con i vostri metodi fatti di proteste intanto per far capire che siete al mondo. Poi la Sinistra vera è fatta di persone di sinistra non di persone di ex partiti che non avevano nulla a che fare col il PCI… voi state facendo solo figure e basta !

Comments are closed.