LAZZATE – Profughi, Conord chiama alla mobilitazione dei sindaci in solidarietà con Lazzate: “Stupisce – commenta Andrea Monti, presidente Co.Nord e assessore alla Sicurezza del Comune di Lazzate – che nonostante i nostri numerosi inviti al dialogo ed appelli per avviare un sereno tavolo di confronto sul delicato tema dell’accoglienza, invece il prefetto preferisca portarci in Tribunale”.

“Proprio nei giorni scorsi infatti – spiega Monti – è stato notificato il ricorso al Tar, il Tribunale amministrativo regionale, promosso dal prefetto di Monza e Brianza e dal Ministero dell’Interno contro il sindaco di Lazzate, che chiede l’annullamento dell’ordinanza sindacale che si prefiggeva lo scopo di evitare l’installazione di centri profughi e il conseguente arrivo di immigrati all’insaputa del sindaco, delle autorità locali e dei cittadini. Inoltre, se è vero quello che scrivono nel ricorso, ovvero che la Prefettura di Monza e della Brianza incontra estrema difficoltà a sopperire alle costanti richieste di accoglienza degli stranieri, non può essere certo questo ricorso al Tar a poter migliorare la situazione“.

A questo punto ritengo sia necessario che tutti gli amministratori locali, al di là dei colori politici, scendano in piazza al fianco del sindaco di Lazzate per protestare contro chi, fino ad oggi, ha dimostrato di non saper gestire quella che, per sempre più realtà territoriali del nostro Paese, è una vera e propria emergenza.

10112017

4 COMMENTI

  1. Dopo la sonora batosta alle regionali vedremo la fila dei sindaci sinistri alla corte di Lazzate….le poltrone scottano ormai è troppo tardi!

SCRIVI UN COMMENTO

Pe favore, inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci qui il tuo nome