Home Ceriano Laghetto I Telos contro il sindaco di Ceriano

I Telos contro il sindaco di Ceriano

1829
20

CERIANO LAGHETTO – Nuovo raid sulla tangenzialina delle Groane. Dopo le pietre disposte una in fila all’altra in mezzo alla carreggiata solo pochi giorni fa, questa volta è apparso uno striscione con la scritta: “Cattaneo muto” firmato Telos. In più sulla strada sono stati ritrovati residui plastici e di terra, oltre che piccoli altri vandalismi tutto intorno; sono stati divelti alcuni cartelli stradali e una pianticella. Il Cattaneo dello striscione, visto il posizionamento, sembrerebbe proprio il sindaco di Ceriano, il leghista Dante Cattaneo che era stato protagonista di una dura presa di posizione commentando il precedente atto vandalico. Sul posto, nella giornata di ieri, si sono recati i carabinieri per verificare il ritrovamento e predisporre le indagini per risalire ai responsabili, oltre che per provare a capire se la mano dei due raid sia la stessa. La nuova tangenzialina delle Groane, che conduce idealmente dalla Saronno-Monza allo svincolo di Pedemontana a Lazzate, è stata aperta solo da poche settimana, ma è già al centro delle polemiche.

13112017

20 COMMENTI

  1. Al centro di polemiche….
    Al centro di gente che in primis potevano far succedere qualcosa di molto grave ora deturpano cartelli e rovinano le piante…..poveri noi essere presi in giro da 4 perdi tempo….prenderli subito e far pagare tutto quello che hanno rovinato e poi una bella decima di anni di lavori forzati…sveglia gente il bengodi deve finire!

  2. Che striscione enorme! impossibile non notarlo…

    E che persone mature, gli autori! impossibile non condividerne concetti e metodi d’espressione…

    E poi sono gli stessi che vanno in giro a dire che ad altri non va dato spazio…. mentre a voi sì? fatemi capire…

  3. le colpe maggiori non sono dei poveracci del telos ma di coloro che danno e lasciano fare. In un paese serio almeno la metá sarebbe in galera.

  4. Le “risorse” del Telos ….. e c’è ancora a Saronno chi vorrebbe dagli uno spazio ….
    Protestano per l’abbattimento di un ponte e poi i “ragazzi” guarda cosa ti combinano!

  5. Spero che il sindaco Cattaneo faccia tutto il possibile per impedire a questi vandali di fare altri danni, visto che il sindaco di Saronno sta dietro ancora a questi idioti viziati! Basti pensare alle vie del centro di saronno per farli manifestare. Mandateli a lavorare!!!!

  6. Loro possono tutto , poi danno dei “fascisti” agli altri
    “…Fate ciò che dite ma non dite ciò che faccio..”
    Un esempio di vita per l’umanità non c’è che dire…

  7. Ragazzi attenzione molti transitano in auto con la famiglia a bordo su quella strada, volete davvero ritrovarvi un morto sulla coscienza?
    Pensateci quando mettete sassi o altro sulla carreggiata perchè una volta fatti certi danni non si torna più indietro, poi non bastano le giustificazioni.

    Accendete il cervello.

  8. “predisporre le indagini per risalire ai responsabili” ?? ma se si sono firmati (Telos)!

  9. Non credo sia uno striscione dei Telos.
    Calligrafia utilizzata, ”messaggio” e firma non rispecchiano minimamente i modus operandi dei telos.
    Vedo qualcosa di strano in tutto cio’.

    Inoltre i Telos hanno la mania di annuniciare le loro ”azioni” con volantini e rivendicazioni, questa qui invece è priva di un nesso con le ”lotte” che stanno portando avanti ora.

    Ben lungi dal prendere le loro difese, mi chiedo però se il termine TELOS non sia ormai un facile pretesto e capro espiatorio a Saronno e zone limitrofe.

    • visto ormai la vandalizzazione sistematica del territorio saronnese ad opera di quei quattro voncioni, il ruolo di capre (espiatorie) se lo sono ampiamente meritato

  10. ecco che andassero a Ceriano Laghetto… così possono rimostrare meglio le loro ragioni…di posti abbandonati ne hanno anche loro

  11. Chiunque sia stato bisogna fare attenzione, la protesta deve essere civile, questo tipo di protesta é pericolosa e può costare la vita a un motociclista.

    • Tutto ciò che mette in pericolo la vita altrui non è una protesta….è un atto delinquenziale!

  12. Ora basta che scrivo uno striscione e mi firmo DANTE per poter dare la colpa per esempio al sindaco di Ceriano?
    Lo “striscione” che mi sembra più uno striscino può essere stato messo lì da chiunque potrebbe essere qualcuno che ce l’ha davvero con il “Cattaneo” oppure uno di quei “simpaticoni” che si credono furbi di cui si circonda.
    Di certo è un’altra occasione di quelle che tanto piacciono al fotopatico sindaco di Ceriano per apparire e per fare la figura del “salvatore del mondo”.
    Non mi sembra che le sue parole possano dare fastidio né a quelli del Telos né a nessun altro, non fosse altro che non dice che banalità del tipo:” fermiamo lo spaccio, basta illegalità…” (cose che dicono perfino i comunisti). Intanto a Saronno non mi sembra che dall’arrivo del nuovo sindaco sia arrivata quell’aria nuova che ci si aspettava

  13. Ormai basta scrivere TELOS e il colpevole è trovato.
    Certo è che il sindaco di Ceriano cerca sempre di attirare l’attenzione sulle cavolate (parlo dello striscino, non dei sassi in mezzo alla strada e degli altri atti vandalici che vanno puniti severamente)
    e sulla sua persona per evitare di parlare della amministrazione della cosa pubblica semplicemente banale e per niente fuori dall’ordinario.

  14. I telos sono un cancro per l’intera area saronnese ma ancora peggio sono coloro che li difendono e li spalleggiano: quest’ultimi ben inseriti nelle istituzioni. Soldiarietà al sindaco ma sopratutto a tutti i cittadini che rispettano le regole

  15. Ma solidarietà per cosa?
    sono 10 anni che fa il sindaco con la motivazione che con lui e i suoi amici le strade e le case sarebbero state più sicure.
    Siamo ancora qui a dire che ogni cosa che succede è colpa di qualcun altro e che meno male che ci sono loro a difenderci. Ma i fatti concreti dove sono? cosa hanno fatto in questi 10 anni?
    La tolleranza zero che viene urlata che vuol dire?

Comments are closed.