CERIANO LAGHETTO / SARONNO – “All’ignoto coniglio dico: ci vuole altro per farmi stare zitto!” Così il sindaco leghista di Ceriano Laghetto, Dante Cattaneo, dopo la “minaccia” ricevuto tramite un mini-striscione affisso lungo la nuova tangenzialina fra Saronno e Ceriano Laghetto; nei pressi di dove è stato anche lasciato un alberello sradicato a bloccare la strada.

“Cattaneo muto, firmato Telos”: questo il testo comparso sul minuscolo striscione appesso alla recinzione della strada di collegamento con la periferia di Rovello Porro-Cogliate; strada di recente inaugurata. L’ipotesi è che il messaggio sia stato rivolto proprio al sindaco Cattaneo, “reo” di avere tuonato contro i misteriosi vandali che la notte del 30 ottobre scorso avevano disseminato pietre ed anche un tombino lungo la tangenziale, rischiando di causare incidenti, evitati solo per la prontezza di una coppia saronnese che passando aveva dato subito l’allarme. Tornando al presente “più che di striscione parlerei di francobollo – sorride Cattaneo – Non so chi l’abbia effettivamente realizzato ma all’ignoto coniglio dico che ci vuole ben altro per tapparmi la bocca”.

15112017

4 COMMENTI

  1. digli di uscire allo scoperto… questi non ci mettono mai la faccia, nome e cognome…. sono solo bimbe che giocano a fare gli antagonisti… voglio vederli in faccia in un confronto ma non hanno le …….

SCRIVI UN COMMENTO

Pe favore, inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci qui il tuo nome