SARONNO – Un appello alla proprietà, all’Amministrazione comunale e anche alla Comunità pastorale Crocifisso Risorto per non dimenticare l’edicola sacra di via Marconi e salvarla dalla demolizione dell’ex Parma.

A lanciarlo i residenti del quartiere e i fedeli della parrocchia della Regina Pacis intenzionati a tutela la piccola nicchia votiva con la Madonna con manto azzurro e Gesù Bambino che si trova sul muro di recinzione dell’ex Parma complesso aziendale per cui è in corso la demolizione.

“Abbiamo visto che hanno iniziato abbattendo i capannoni – spiegano i residenti – e il sindaco Alessandro Fagioli ha detto che c’è già un progetto e quindi potrebbe toccare anche al muro di cinta e a quel punto che ne sarà dell’edicola sacra?”. Effettivamente in poche settimane macchine movimento terra ed operai hanno letteralmente raso al suolo gli storici capannoni che ospitavano la storica sede dell’azienda di casseforti di via Marconi.

La nicchia è tuttora oggetto di devozione, come dimostrano i fiori freschi sotto l’immagine da qui la richiesta del quartiere di occuparsi dell’icona affinché non sia “distrutta o dimenticata ma recuperata per tempo e valorizzata”.

17112017

6 COMMENTI

  1. non penso ci siano problemi a spostarla e ricollocarla… non è un grattacielo….

  2. Drammi esistenziali, ci sarà gente che si da fuoco se dovessero toglierla!! I problemi sono altri non quella cosa!!!

    • definire “quella cosa” un’edicola sacra, la dice lunga su quali siano i suoi problemi. Poi posso capire che non sia la sua priorità, però lo è per molte altre persone. Non costa nulla inserirla in un contesto nuovo, basta solo un po’ di buona volontà.

  3. Dom Camillo monsignore ma non troppo…la Madonnina del borghetto….soluzione per l edicola sacra..

Comments are closed.