SARONNO – Consiglio comunale aperto sul futuro del tratto cittadino della ex linea ferroviaria Saronno-Seregno e sul futuro dei due “ponticelli” della linea, che il Comune vorrebbe demolire: “La scelta della data sembra fatta ad hoc per evitare la partecipazione”. A dirlo Alberto Paleardi del Pd saronnese.

Proprio nelle scorse ore la segreteria del presidente del consiglio comunale, il leghista Raffaele Fagioli, ha comunicato la data per il consiglio comunale aperto richiesto da quasi tutti i consiglieri di minoranza (una mobilitazione alla quale avevano partecipato Pd, Tu@Saronno e Movimento 5 stelle, dopo una raccolta di firme fra i cittadini): l’assemblea si terrà mercoledì 6 dicembre. Data che lascia a dir poco perplesso Paleardi:”6 dicembre? E’ il giorno prima di un lungo ponte. Fissare in tale data il consiglio comunale sui ponticelli è un “attentato” alla democrazia ed alla partecipazione dei cittadini. Spero, forse ingenuamente, che la scelta non sia voluta al fine di scoraggiare la democrazia diretta del popolo. Ancora peggio la proposta originaria dei leghisti che prevedeva il consiglio comunale il 7 dicembre… la democrazia non è leghista”.

22112017

22 COMMENTI

    • Molti cittadini pendolari (che quindi usufruiscono della stazione centrale di Saronno), soprattutto studenti (che raggiungono la stazione con la bicicletta), si spostano per raggiungere il lavoro/università a Milano. A Milano il 7 dicembre è Sant’Ambrogio (patrono della città), e quindi il ponte inizia dalla pomeriggio/sera del 6 dicembre.

      • Ok a Milano ma sicuramente il 50% dei lavoratori saronnesi non lavorano a Milano perciò il 7 lavoreranno….e basta con questa storia!

    • dillo a tutti quelli che lavorano a Milano e provincia e non a Varese e provincia.

      Solo Fagioli non lo sa perché non ha mai lavorato

  1. Bella la vita del benestante 🙂
    Adesso di che corrente PD è rappresentante il rampollo?

  2. Non ci posso credere ! Ora vi lamentate pure del giorno del consiglio!
    Ma Paleardi vai a lavorare come consigliere al Sestriere visto che dovresti essere là

  3. Si potrebbe pensare a delle scelte per estrazione a sorte, invece di votazioni e dibattiti.
    Anche questa è la democrazia al tempo del PD in Italia come in Europa.

  4. Se mai è il contrario, è un ampio atto di democrazia: le persone non lavorando potranno partecipare più facilmente al consiglio comunale aperto. Basta screditare l’amministrazione e inventarsi motivazioni astratte PER APPARIRE SUI GIORNALI…abbiamo capito che a breve ci saranno le elezioni ma state esagerando e compromettendo per i vostri “giochetti” il bene dei cittadini.

    • Peccato che da sempre il ponte dell’Immacolata è un’occasione per le famiglie di andare in montagna a sciare e non ahimè per stare a casa ad aspettare che la giunta leghista ascolti i cittadini di diverso colore politico.

      • Gente il ponte dell’Immacolata come dite voi è solo un weekend allungato….8/10 dicembre….

  5. la data è stata fissata per scoraggiare la partecipazione. Il 7 dicembre è festa a Milano (moltissimi lavorano a Milano), inoltre diverse aziende della cintura milanese da sempre chiudono, si uniformano alle aziende milanesi. Da divesi anni anche le scuole preferiscono non aggiungere il giorno festivo i primi di novembre per fare a dicembre il ponte per andare a sciare: tradizione lombarda di andare a sciare per Sant Ambrogio!
    Questa scelta dimostra la pochezza di chi ci amministra!
    Ora Sara puoi censurare questo scritto, come precedentemente fatto. Non ti invidio!

  6. Chi sa fare fa (Paleardi, non pervenuto), chi non sa fare insegna (Paleardi, non pervenuto), tutti gli altri fanno politica (Paleardi, non pervenuto).

  7. I sinistri vogliono preservare tutti i ponticelli…..ma soprattutto il ponticello dell’immacolata…ipocrisie sinistre!

  8. Ma come si fa a fissare un consiglio comunale al 6 dicembre…si sa che i sinistra dedicano quel giorno a caricare la macchina di valige….non si fa dai!

  9. Ma dove è scritto che i consigli comunali non si possono fare se c’è un ponte?,. probabilmente i vari intellett… hanno già prenotato e la plebe che cavolo si lamenta.

Comments are closed.