SARONNO / LOMAZZO – Investimento da 22 milioni di euro per proteggere Saronno e Caronno Pertusella dalle piene del torrente Lura: si stanno realizzando le vasche di laminazione in territorio di Lomazzo dove ieri mattina c’è stata la visita dell’assessore regionale al Territorio, Viviana Beccalossi. Ad ispezionare i cantieri c’erano anche i sindaci di Saronno e Caronno Pertusella, rispettivamente Alessandro Fagioli e Marco Giudici e, fra gli altri, l’assessore comunale all’Ambiente di Saronno, Gianpietro Guaglianone.

Regione Lombardia ha stanziato 12.5 milioni di euro sui complessivi 22.3 milioni, per la realizzazione di due aree di laminazione delle piene sulla sponda destra del torrente, per un volume di 340 mila metri cubi. Una parte dell’area di laminazione di monte è finalizzata alla realizzazione di un comparto di fitodepurazione di parte delle portate di magra del Lura, seguito da un laghetto permanente. Inoltre è prevista la realizzazione di una terza area del volume di 150 mila metri cubi per la laminazione delle acque di scorrimento che si generano in tempo di pioggia nel bacino delle Groane a nord di Lazzate. Attualmente siamo a circa l’80 per cento dei lavori.

A fine ottobre, l’assessore Beccalossi ha inoltre firmato una convenzione con i Comuni di Lomazzo e Bregnano e con il parco del Lura, che prevede un ulteriore impegno di un milione di euro per interventi compensazione ambientale, con estesi interventi di riqualificazione fluviale, realizzati con tecniche di ingegneria naturalistica e con utilizzo di materiali naturali. Il progetto è completato da una serie di percorsi ciclopedonali e aree attrezzate che renderanno tutte le aree fruibili dai cittadini.

25112017