SARONNO – Colpo di scena ieri sera in consiglio comunale nell’affaire Indelicato per la forte presa di posizione di Fratelli d’Italia che ha diffidato il consigliere comunale eletto nella proprie fila dall’utilizzare logo e nome del partito per la propria attività e comunicazione.

Facciamo un passo indietro. E’ ormai di pubblico dominio come il consigliere Indelicato abbia presentato, su input di Fratelli d’Italia, una mozione sullo ius soli rigettata dal consiglio di presidenza, malgrado fossero state realizzate le modifiche richieste, perchè non in linea con il regolamento dell’assemblea che prevede solo mozioni con una ricaduta locale.

Alla luce di quanto accaduto Indelicato, da sempre uno dei consiglieri di maggioranza più attivi e intraprendenti, ha deciso di passare all’opposizione. Ieri sera, infatti, invece di andare al suo tradizionale posto accanto a Paolo Strano di Sac si è accomodato di fianco a Franco Casali di Tu@Saronno.

Ad inizio della seduta il presidente Raffaele Fagioli ha letto la missiva del consigliere Indelicato in cui in modo, per la verità molto semplice e stringato, si annuncia il passaggio dalla maggioranza all’opposizione. Subito dopo è stata letta, malgrado non fosse stata inviata da un delegato dell’assemblea cittadina e non ci fosse uno specifico punto all’ordine del giorno la missiva a firma di Paola Frassinetti, coordinatrice provinciale di Fratelli d’Italia che diffidava il consigliere, alla luce del sostegno rimarcato da Fratelli d’Italia all’Amministrazione del sindaco Alessandro Fagioli, dall’usare per la propria attività il logo e il nome del partito.

Al momento Indelicato non può creare un nuovo gruppo consiliare perchè servono almeno due membri e così ieri per presentandosi durante il suo primo intervento all’opposizione ha risolto l’impasse dicendo “ex capogruppo Fratelli d’Italia”.

29112017

18 COMMENTI

  1. Rifiutano la mozione di Indelicato perché sarebbe contraria al regolamento, e poi leggono in consiglio la lettera della Frassinetti che non ha un contenuto istituzionale ma è la lettera di un privato cittadino. Ma si sa le regole per i nemici si applicano, per gli amici si interpretano.

    • Privato cittadino? È un Onorevole della Repubblica e capo del partito a livello provinciale e regionale, dopo la Meloni c’è lei.

      • Un partito non è un’istituzione come ad esempio lo è un consiglio comunale, un sindaco, il parlamento ecc. La Frassinetti ha scritto una lettera che non doveva essere letta in consiglio perché non c’era alcun bisogno. È stata un’azione fatta per punire Indelicato. Ma secondo me ha avuto l’effetto contrario perché si è capito molto meglio quello che è successo. La Frassinetti non è onorevole da anni, dopo la Meloni e prima di lei ce ne sono tanti.

    • Credo che Indelicato non sia mai stato un pezzo di Fagioli, ha sempre fatto quello che ha voluto, comunque è una perdita importante perché rappresenta l’unico partito che appoggiava il sindaco, a Fagioli rimangono Tosi e la Castelli (che non ho ancora capito di che partito sia, a me risultava di lucano”), e qui smetto di scrivere perché mi viene solo da ridere…

  2. Fossi in Indelicato valuterei la possibilità di un esposto… Mi sembra molto ai limiti del legale questa iniziativa, una comunicazione privata letta pubblicamente in un consiglio comunale. Comunque, qualora non vi siano conseguenze in tal senso, rimane la poca eleganza del gesto, in linea del resto con quanto ci sta abituando questa amministrazione

  3. Saronno ha mille problemi purtroppo irrisolti e loro parlano di questioni nazionali. Tempo perso.

  4. Piccoli “personaggi” questi della giunta fagioli sindaco compreso, per fratelli d’Italia non mi pronuncio, cosa posso dire di un qualcosa che non esiste?

  5. Indelicato si è rifiutato di fare da “zerbino” alla lega ed è stato punito, come si dice con me o contro di me, è così che ragiona fagioli

  6. Grande Indelicato , ti stimo, sei l’unico che non si fa usare come una “marionetta” , Credendino e i suoi amici di partito sono inermi davanti alla lega, la “seggiolina è importante…

  7. Sono incredibilmente stanco di questa giunta, assessori che per “timore” di essere cacciati non hanno coraggio di pronunciarsi, Tosi cosa fa lì “appollaiato” sulla poltroncina, Credendino ma chi è, chi glielo fa fare di stare attaccato ad una carica che non serve a nulla, la faccia quelli di fratelli d’Italia non la mettono, devono solo stare attaccati al nulla che hanno anzi non hanno nemmeno il nulla… Sono invisibili sono i servitori della lega

  8. Su Facebook ci sono molti interventi per sapere come sono andate veramente le cose andate a leggere sulla pagina di Indelicato, devo dire che ora capisco i giochetti politici oscuri a noi poveri mortali, al professore tutta la mia solidarietà e stima.
    Anna Colense

Comments are closed.