SARONNO – “Il Parlamento europeo ha il compito di far sentire “a casa” i propri cittadini, primi fra tutti coloro che potrebbero sentirsi discriminati”. Così inizia un post, condiviso dall’europarlamentare Lara Comi sulla propria pagina Facebook e sulla sua app, in merito a quanto fatto su questo fronte dall’autorità europea.

“Grazie alle politiche europee – riprende la saronnese che è anche vicepresidente del gruppo Ppe – sono stati raggiunti molto traguardi, penso ad esempio all’accessibilità al web, o ai diritti per i passeggeri e i lavoratori disabili. Ma non è abbastanza. Non è accettabile, infatti, che vi siano – ancora oggi – degli europei che sono limitati nell’esercizio del loro diritto di voto a causa di una disabilità. La situazione non è ottimale in tutti gli Stati membri. Per questo dobbiamo continuare a lavorare con serietà e determinazione, consentendo a ciascun individuo di vivere una vita indipendente e far sì che la nostra società responsabilizzi tutti i cittadini.

10122017

2 COMMENTI

Comments are closed.