SARONNO – Pubblichiamo integralmente la nota firmata da don Emilio Giavini vicario della parrocchia del Santuario che a breve lascerà il suo incarico per diventare parroco a Misinto.

Con questo breve scritto desidero raggiungere tutti per un cordiale saluto e un sincero grazie. Sto per lasciare il Santuario dopo poco più di tre anni di servizio. Martedì 29 agosto mi trovavo al Santuario di Oropa: ogni anno una visita alla “Madonna bruna” mi piace compierla. Terminata la Messa, sono raggiunto da una telefonata del vicario episcopale monsignor Michele Elli che mi chiedeva disponibilità temporanea per la parrocchia di Misinto, rimasta senza nessun prete.

Ho dato subito, senza pensarci un attimo, la mia disponibilità. Così dal primo settembre ho iniziato a fare il pendolare da Saronno a Misinto, tutti i giorni e più volte al giorno. Qualche settimana fa, lo stesso vicario, d’accordo con l’arcivescovo monsignor Mario Delpini, mi chiedeva se ero disposto a trasferirmi a Misinto, data la situazione particolarmente delicata della parrocchia.

Dopo qualche minuto di esitazione, non me la sono sentita di dire di no: ho dato quindi ancora la mia disponibilità di fronte ad una richiesta esplicita del Vescovo. Lascio quindi, con un po’ di dispiacere il Santuario, ma contento di aver ubbidito al mio vescovo, come ho sempre fatto nella mia vita sacerdotale, lunga ormai di 50 anni. Ringrazio quanti mi hanno accolto e voluto bene e chiedo a tutti costoro di volermene ancora credendo senz’altro a questa versione che ho esposto e non ad altre interpretazioni.

Sia pure breve nel tempo, l’esperienza presso il Santuario mi è stata veramente preziosa e la considero un grande dono che ha arricchito la mia vita. Saluto e ringrazio il prevosto don Armando, i confratelli sacerdoti del Santuario, tutti i parrocchiani e i pellegrini che ho conosciuto. Per tutti invoco dalla Madonna dei Miracoli protezione e benedizione e domando a tutti un piccolo ricordo anche per me nella preghiera alla nostra Madonna.

10122017