SARONNO – Sono state riunite in un unico fascicolo i due procedimenti giudiziari avviato dopo le indagini dei carabinieri per le “morti sospette” al pronto soccorso dell’ospedale di Saronno. Lo ha disposto ieri il giudice per le udienze preliminari del tribunale di Busto Arsizio, Sara Cipolla, fissando al contempo all’8 e 9 gennaio gennaio l’incidente probaborio per Laura Taroni, accusata della morte di marito, madre e suocerto con l’aiuto dell’amante Leonardo Cazzaniga, medico di Rovellasca, veterano al pronto soccorso saronnese, a sua volta accusato della morte di nove pazienti, che sarebbero avvenute in ospedale. Il percorso processuale andrà poi avanti il 10 gennaio quando in udienza, sempre a Busto Arsizio, saranno ascoltati i periti che erano stati incaricati di valutare la capacità di intendere e volere da parte di Cazzaniga e Taroni.

C’è anche un terzo troncone scaturito dell’operazione “Angeli e demoni” del novembre 2016 che riguarda l’esame della morte di altre 18 persone.

(foto archivio: Laura Taroni con Leonardo Cazzaniga)

20122017