SARONNO – “Tempi e modi precisi per quanto concerne l’uso dello stadio comunale “Colombo Gianetti”: perchè si è sempre detto che il Fbc Saronno avrebbe giocato il girone di ritorno nella sua città e invece ora si scopre che non è vero? E che per disporre dell’impianto di via Biffi si dovrà attendere almeno sino alla fine del girone di ritorno del campionato d’Eccellenza?” A chiederselo ed a chiederlo all’Amministrazione comunale di centrodestra è Alberto Paleardi, esponente locale del Pd all’opposizione.

“Come tanti seguo la squadra cittadina e sono quasi sempre presente in tribuna, sia in trasferta che soprattutto in casa nell’esilio di Cesate. Le notizie di stampa, mai smentite, hanno sempre parlato di un rientro a Saronno ad inizio 2018, per il girone di ritorno ma ora si scopre che non sarà così. Come, il Comune, intende spiegare questo consistente ritardo? Cosa si sta facendo per la società calcistica cittadina?”

25122017

7 COMMENTI

  1. Come sempre si distorce il senso delle cose. A Saronno la struttura dello stadio Colombo è un bene cittadino che deve essere utilizzato onorevolmente dalle varie discipline sportive per quello cui è stato costruito e quindi deve essere valorizzato adeguatamente tenendo presente le esigenze delle società sportive cittadine. Altro discorso è la FBC Saronno per la quale va solo cantato il “de profundis” per ripartire con semplicità da zero.

  2. Paleardi lo stadio e di tutti il calcio e uno degli sport non il solo oltretutto Fbc e una società di eccellenza il comune Per loro ha già fatto molto sono lontano o tempo della serie C oggi ci si barcamena con poveri risultati in fondo alla classifica . Per favore non fare polemiche inutili

    • In effetti un bel campo da bocce in mezzo ci sta bene!anzi no se no i 4 lanciatrici di giavellotto non possono più giocare a rovinare i campi da calcio…

      • Lei è un incompetente; esiste un rullo con delle punte, che viene regolarmente passato sui campi da calcio, o sui prati in generale, per aerare il manto erboso, i giavellottisti fanno la stessa cosa, più in piccolo

  3. bravo anonimo. E’ ora di finirla di dare strutture solo al calcio. Esistono anche altri sport.

    • oserei dire che il calcio a Saronno (almeno quel calcio) non interessa più a nessuno…

  4. Vero gabriele, esistono però anche scuole i cui stabili sono di proprietà comunale dove quando piove o nevica le maestre posizionano secchi fra la cattedra ed i banchi per raccogliere l’acqua che vi piove dentro. Un pensierino anche a loro lo farei.

Comments are closed.