SARONNO – Sarebbero stati 8 tra cui due donne gli anarchici che nella notte di Natale hanno imbrattato il centro storico. Almeno questa la ricostruzione effettuata dall’Amministrazione comunale e dalla polizia locale in base alle telecamere della videosorveglianza cittadina.

“Verso le 02:20 sono state registrate dalle telecamere le azioni di 8 individui, tra cui 2 donne – spiega la vicesindaco Pier Angela Vanzulli – la polizia locale, in stretta collaborazione con i carabinieri, sta procedendo alla identificazione dei soggetti. Si provvederà anche a visionare le telecamere dei privati per poi passare alla denuncia”.

Lo stesso iter già seguito in passato per gli ultimi raid realizzati ai danni della città tra cui proprio quello del dicembre 2016 prima dello weekend di shopping natalizio.

Nel frattempo la città cerca di tornare lentamente alla normalità e le attività commerciali continuano l’opera di pulizia di muri e vetrine cercando di cancellare gli slogan ed i simboli anarchici.

27112017

7 COMMENTI

  1. Basta fargli pagare i danni. Ci vuole tanto?
    Una volta che saranno toccati sui soldi, ci penseranno due volte.

  2. Tanto poi berranno assolti. Il problema si risolve solo con la prevenzione: la polizia locale deve intervenire prima e durante queste manifestazioni. Ma Fagioli di prendere queste decisioni proprio non ci sente Con le telecamere del poi i cittadini e i commercianti resteranno sempre “cornuti e mazziati”.

  3. se anche li prendono non li condanneranno mai…non lo hanno fatto finora per cui non capisco perché dovrebbero cominciare adesso. W l’itaglia.

  4. Sanno benissimo nomi, cognomi e indirizzi degli otto reietti…ma tanto non succederà nulla!

  5. tuta, scarpe a norma, caschetto e guanti: otto ore di lavoro al giorno per sette giorni per pulire tutto quello che hanno sporcato e 6 mesi di pulizia bordo strada lungo varesina e strade comunali e controllo tombini! ovviamente a stipendio ZERO.

  6. Ma ci vuole molto ormai a capire che questi parassiti sono coperti dall’alto? Altrimenti perchè la procura continua a non perseguirli? Ce li dovremo tenere per sempre…

Comments are closed.