Home Sport Volley: la Pallavolo Saronno riparte da Acqui Terme. Leidi fa il punto

Volley: la Pallavolo Saronno riparte da Acqui Terme. Leidi fa il punto

144
2

SARONNO – La Pallavolo Saronno è pronta a gettarsi di nuovo nel campionato nazionale di serie B, dov’è capolista ed imbattuta: si torna a giocare sabato prossimo alle 21 con gli “amaretti” in trasferta contro la Plb Negrini di Acqui Terme. Intanto la società archiviata le festività di fine anno, a fare il punto su Facebook è stato l’allenatore Gigi Leidi.

È stato un anno, il 2017, davvero storico per la Pallavolo Saronno, la prima squadra ha centrato l’obiettivo della serie A2 (alla quale poi si è deciso di rinunciare), i ragazzi di coach Carenzi vincendo il campionato di serie D si sono guadagnati la promozione in serie C e i piccoli campioncini della U18 hanno ottenuto il settimo posto ai campionati nazionali: “Abbiamo chiuso il 2017 con un altro 3-0 importante, vincendo la 10′ partita consecutiva in questo campionato e se guardiamo tutto l’anno solare diventano 33 vittorie su 36 partite, Coppa Italia e playoff promozione compresi. Tanta gente si annoia a vedere le nostre partite, perché molte volte vanno a senso unico, ma a noi ovviamente piacerebbe continuare ad annoiare il pubblico in questo modo ancora per parecchio tempo. Più andiamo avanti, più il nostro scalpo diventa prezioso e tutti cercheranno di farcelo. Dobbiamo cercare di mantenere la mentalità che abbiamo avuto fin’ora, anche se non è facile trovare sempre degli stimoli, perchè se noi giochiamo come sappiamo fare, difficilmente gli avversari riusciranno a tenere i nostri ritmi.

“Concludo – dice Leidi – facendo i complimenti ai miei ragazzi, con la speranza che il 2018 che sta per arrivare sia ancora più emozionante e ricco di soddisfazioni rispetto al 2017″.

04012018

2 COMMENTI

  1. Tanto a Saronno senza palazzetto la serie A non si può giocare! vedremo quindi la pallavolo sparire da Saronno ( come successe nel calcio tanti anni fa) o l’ennesima rinuncia a giocare a più alti livelli. Che dice il comune?

Comments are closed.