http://www.agenziablitz.com/

SARONNO – “Siamo i Re mogi, tristi per la situazione delle aree dismesse a Saronno abbiamo deciso di portare dei simbolici doni al sindaco Alessandro Fagioli e annunciare una serie di prossime iniziative a partire dalla richiesta di un consiglio comunale aperto dedicato all’ex Cantoni”.

E’ l’azione dimostrativa organizzata stamattina in Municipio da Comitato Acqua Bene Comune, Legambiente Saronno ed Attac Saronno. I tre re Mogi (citazione di un’analoga iniziativa organizzata nel 2000 sempre sul fronte aree dismesse) si sono presentati in ricchi costumi in piazza Repubblica dove sono stati immortalati da diversi cittadini. Con loro hanno portato simbolicamente amianto “che però non profuma solo l’incenso” e percloro (sostanze rinvenute all’ex Cantoni) e una biro “a dimostrare le richieste dei cittadini di più informazione”.

Entrati nell’atrio hanno letto un comunicato spiegando la situazione delle aree dismesse e in particolare dell’ex Cantoni anticipando l’organizzazione di una mostra itinerante in giro per la città e l’avvio di una raccolta firme per chiedere un consiglio comunale aperto.

Essendo in vacanza il sindaco Alessandro Fagioli a ricevere i re mogi è stato il vicesindaco Pier Angela Vanzulli: “Ricevo i vostri doni a nome dell’amministrazione comunale – sia il sindaco sia l’assessore Guaglianone sono molto attenti sul fronte della bonifica delle aree dismesse e credo che continueranno con questa loro attenzione. A titolo personale mi permetto di consigliarvi la richiesta, magari al posto del consiglio comunale aperto che spesso diventa un momento di scontro, un tavolo di lavoro con le diverse parti coinvolte”.

9 COMMENTI

  1. cari Mogi, vi siete dimenticati di portare una risorsa…..e si che ce ne sono molte lí.

  2. Vanzulli c’è una commissione mai convocata sull’abiente si convochi quella invece di inventarsi altri tavoli,su cui perdere tempo.

  3. Mi viene la pelle d’oca sapere che questi potrebbero essere i prossimi amministratori di Saronno

    • Non vedo come, non sono partiti politici: Comitato Acqua Bene Comune, Legambiente Saronno ed Attac Saronno

      Iniziativa tutto sommato “simpatica”, suvvia.

      • Se sono cittadini, potrebbero candidarsi un domani. Come già hanno fatto in passato, del resto.
        Anzi peggio, usano le associazioni per veicolare i propri messaggi politici non essendo capaci di essere eletti.

  4. Arrivati ad una certa età si corre il rischio di sembrare pagliacci, più che paladini dell’ambiente. Specie chi in passato ha rivestito ruoli istituzionali senza fare nulla di concreto e positivo per la città.

Comments are closed.